Telling Talons: The History of the Manicure

Immagine

Immagine

Getty Images

1. L’antico babilonese è buono come la manicure d’oro, 3500 a.C. – 1781 a.C.:

Gli antichi uomini babilonesi curavano e coloravano le unghie usando kohl, con colori diversi che rappresentano classi diverse. Le alte sfere erano nere mentre le classi inferiori portavano il verde. Hanno anche creato il primo al mondo, e la maggior parte dei sontuosi set per manicure – gli strumenti sono stati realizzati in oro massiccio! Kelly Osbourne e la sua manicure da $ 250.000 non hanno nulla su questi ragazzi.

2. La manicure scarlatta dell’antico Egitto, 1300 a.C. – 1 ° secolo B.C .:

Cleopatra e la regina Nefertiti, pionieri di tutte le cose opulente, hanno reso popolare la manicure sfregandosi le mani con oli ricchi e macchiando le unghie con l’henné. Credevano che ciò significasse la loro ricchezza e status. Più audace è il colore, più potenza hai. Cleopatra preferiva una tonalità rosso sangue, mentre Nefertiti optava per il rubino. Andremo avanti e chiameremo rosso l’ombra ufficiale della sovranità la piramide.

3. L’uomo-gelo della dinastia Ming, 1368-1644:

Come i reali cinesi che vennero prima di loro, sia i membri maschili che quelli femminili della dinastia Ming avevano unghie perfettamente manicurate, simili ad artigli. Per aggiungere una tinta, mischiavano albume d’uovo, cera, coloranti vegetali e altri materiali per creare diverse vernici di colore che vanno dal rosso scuro al nero.

4. I ruggenti anni ’20 e ’30 Manicure:

Mentre l’industria automobilistica fioriva negli anni ’20, le donne cominciarono a colorare le unghie usando vernici auto lucide. Nel 1932, Revlon lanciò uno smalto rivoluzionario che utilizzava pigmenti anziché coloranti e era disponibile nei negozi di droga. Le flapper e le attrici cinematografiche hanno contribuito a diffondere la tecnica della mezza luna e la manicure francese.

Immagine

Getty Images

5. The Saucy 1940’s e 1950’s Manicure:

Negli anni ’40, le donne comuni iniziarono a dipingere le unghie a casa, così come visitare il salone di bellezza per manicure e unghie acriliche appena coniate. Mentre Hollywood passava dai film in bianco e nero ai film in Technicolor, sirene dello schermo come Elizabeth Taylor e Rita Hayworth hanno ispirato una tendenza delle unghie rosso vivo con i loro artigli appuntiti e appuntiti.

6. I delicati anni ’60 e ’70 Manicure:

Quando arrivarono gli anni ’60, le sfumature di smalto si attenuarono (ciao movimento hippie!) Con sfumature pastello. Anche la manicure francese ha avuto un risveglio grazie a Jeff Pink, il fondatore di ORLY, che lo ha usato come un pratico stile per le unghie per le passerelle parigine.

7. Il più-è-più anni ’80 e il manicure del 1990:

L’arte del chiodo è nata negli anni ’80, poiché c’era più sperimentazione di colori, stampe, trame e abbellimenti. Anche i manicuristi hanno archiviato le unghie in quadrati rispetto alle più tradizionali forme a mandorla. Mentre il grunge prendeva piede negli anni ’90, uomini e donne iniziarono a dipingere le unghie in tonalità scure come il viola scuro e il nero.

8. Le infinite possibilità del Manicure del 2000 –

L’ultimo decennio ha dato vita a tutti i tipi di manicure (dalle naturali alle unghie 3D) e ai saloni e artisti del nail art. Con lo smalto che arriva praticamente in tutti i colori e le nuove tecnologie, come l’appliquée la vernice gel semipermanente, le possibilità di manicure sono infinite.

Loading...