Trattamento viso Microcurrent 3D

Tecniche di bellezza ingegnose e anti-invecchiamento nulla sono canzoni di sirene per l’ossessione della cura della pelle, come me. Così, quando ho sentito parlare di un nuovo trattamento high-tech, che ostacolava la linea sottile dal marchio francese cult-fave Biologique Recherche, volevo provarlo. Chiamato Second Skin, il trattamento non riguarda le solite cose facciali, come la pulizia dei pori e il massaggio del viso. Si tratta di idratazione e lifting, infatti è commercializzato come alternativa non invasiva ai riempitivi.

Toppe facciali stampate 3d

Quello che posso dire riguardo al trattamento è che mi ha fatto fare una specie di double take da sitcom quando ho visto la mia faccia in seguito. Tutto questo è andato giù al Peninsula Spa di New York City, in una stanza di trattamento più grande della maggior parte di N.Y.C. camere da letto; c’era quello che sembrava un gioco da tre piedi su tutti i lati del letto centrale. Non appena entrai, qualcosa si fece sentire, molto lontano: il letto era appena riscaldato. Ciò è dovuto alla filosofia della “terapia del freddo” di Biologique Recherche, che (giustamente) sostiene che il calore fa male alla pelle. Lo capisco totalmente, ma comunque, questo significava niente vapore celeste, niente asciugamani caldi e tiepidi, niente letti tostati. Questo è stato un grosso peccato. Ho rivisto mentalmente i miei piani post-facciali, così da poter passare un po ‘di tempo a riscaldarmi nella sauna e nella sala vapore della spa.

Il tecnico mi ha ripulito il viso da due volte, poi lo ha spazzato con Lotion P50 (un toner liquido), una maschera calmante di argilla e un cocktail personalizzato di sieri. Molti specialisti del viso fanno un punto di sofisticato spettacolo di massaggi, ma la sua consegna non ha avuto senso. Come qualcuno che ha ricevuto molti facciali morbidi e inefficaci, ho apprezzato la sua efficienza.

Ha poi alimentato l’acido ialuronico puro, che può contenere 1.000 volte il suo peso in acqua, in una macchina accanto a me. Utilizzando un processo di produzione di fibre chiamato “electrospinning”, il dispositivo simile a una stampante 3D convertiva l’acido in strisce corte e sottili. Il tecnico ha posato le toppe in nanofibra sulle parti del mio viso che ha deciso di aver bisogno dell’amore più (sarebbero le guance cadenti e la mascella e quello che sto iniziando a pensare come una doppia valle interna). I nastri di acido ialuronico si sciolgono completamente con pochi colpi di una bacchetta microcorrente.

E proprio così, avevamo finito. Mentre uscivo, mi chiese se volevo uscire nella sala relax post-trattamento, e le dissi che stavo per andare a prendere le terme. “Oh, ma non puoi,” disse lei prendendomi il polso. “Ricorda, niente calore? Biologique Recherche non ama il caldo, crede che il freddo sia il migliore per la pelle.” Sapevo che aveva ragione, ma era come dire a un bambino che poteva guardare la fossa delle palle del McDonald’s ma non la bomba a immersione.

Mi misi tristemente allo spogliatoio, dove feci un vero e proprio doppio giro quando mi vidi allo specchio: il contorno della mia mascella appariva nitido e nitido, per nulla simile alla sua consueta mensola morbida e sempre più informe. Non potevo dire molta differenza nel resto della mia faccia, ma ho avuto davvero difficoltà a distogliere lo sguardo dalla mia mascella. Chi ha bisogno di un mollusco quando riesci a ottenere una pelle gloriosamente più soda (anche se solo per pochi giorni)?

Per altre scoperte di bellezza: