Taylor Swift Interview – Citazioni di Taylor Swift

Immagine

Mark Abrahams

Taylor Swift adora un sacco di cose, ma forse non è proprio così tanto in questo momento come il suo nuovo tour bus di Prevost. “È fantastico!” dice, attraversando il labirinto del backstage del Save Mart Center a Fresno, in California, dove si esibirà stasera lungo i riccioli di Goldilocks che rimbalzano dietro di lei mentre cammina. “Mia madre e io abbiamo appena rifatto tutto. Vieni a vedere!”

All’interno, l’autobus è una fantasia girly lussureggiante in marrone cioccolato e blu pavone, completa di un divano trapuntato in velluto marrone e pannelli in legno laminato biondo perlato, un camino elettrico (“Perché sto sempre gelando!”), Un grande bagno in marmo champagne e un tapis roulant Star Trac che si piega come un letto Murphy. “Abbiamo comprato il vecchio autobus da Cher”, spiega la madre di Swift, Andrea, che partecipa a ogni tour, osservando da bordo campo, con gli occhi acuti e silenziosi come un’aquila. “Quindi era tutto nero e gotico.” Per il nuovo autobus, dice “Volevamo illuminare le cose”.

La storia continua sotto.

Nella camera da letto di Swift, una grande scatola di gioielli in raso turchese ha la parola Barbie scritto su di esso in strass, e i primi due dischi multiplatinum di Swift risplendono sopra il suo letto di seta turchese e marrone come il doppio di lune piene. Un cartello sopra la porta legge Mai mai mai arrendersi in caratteri di bronzo curling.

“L’hai fatto?” Le chiedo.

“No. L’ho preso da T.J. Maxx”, cinguetta Swift, che potrebbe essere la principessa pop meno snob del mondo. Nel mondo di Taylor Swift (o “Taylor Nation”, come lo chiamano i fan), le t-shirt Urban Outfitters e gli stiletti di Christian Louboutin da $ 900 vengono abbracciati con lo stesso fervore. Tutti i membri dell’equipaggio sono presentati con torte ai loro compleanni e serenati da Swift stessa. E tutti – letteralmente tutti – sono accolti con un abbraccio e un sorriso enorme. È un po ‘come incontrare Topolino a Disney World. L’appassionato fan di 8 anni con un cappello da cowboy rosa si abbraccia. Il sindaco di Fresno si abbraccia. Persino l’adolescente sudato, a forma di tricheco, con la luce leggermente folle negli occhi, si stringe in un abbraccio, anche se quando inizia a masticare Swift e baciarla su tutta la faccia, due robusti ragazzi della sicurezza entrano e lo portano via. “Spazza via le luci del giorno quando va in giro abbracciando tutti”, dice Scott Borchetta, che ha firmato Swift con la sua neonata etichetta, Big Machine, nel 2005. “Devo voltare la testa quando lo fa durante il concerti, ma non potevi fermarla se ci provavi, è solo un abbraccio nato. “

L’amore ansimante di Swift per la maggior parte delle cose a cui fissa gli occhi (caffè Starbucks, pop-Tarts fragola a bassa percentuale di grassi e membri della band Def Leppard inclusi) potrebbe invecchiare rapidamente se non fosse accompagnato da una grande dose ammiccante di sass che lei una qualità Tinker Bell-ish. A 20 anni è alta e magra come un fagiolo, con lunghe braccia bianche e un viso paffuto e angelico. I suoi occhi sono blu come i non ti scordar di me, con un inclinazione leggermente asiatico e ciglia grosse e ricce che lei flirta con perizia e spudoratamente, come Scarlett O’Hara.

Anche se Swift è nato a Wyomissing, in Pennsylvania, e ha vissuto lì fino all’età di 14 anni, c’è un gusto specificamente meridionale per gran parte del suo fascino. Adora le minigonne a balze e gli abiti senza spalline color caramello e le fasce in stile alone con i fiori di seta cuciti. Dice “Y’all” e “Thay-nk pecora!” Lei prega. Lei cuoce. (Quando è a casa a Nashville, distribuisce regolarmente biscotti fatti in casa con spezie e glassa al formaggio ai ragazzi delle costruzioni che lavorano nel suo nuovo condominio.) Ma c’è anche una qualità nitida e focalizzata al laser per l’attenzione di Swift – senti che c’è un potente cervello che ticchetta sotto tutti quei ricci biondi. “Adoro avere un obiettivo, sentendo di essere in missione”, dice Swift. “Adoro cercare di battere quello che ho fatto finora.”

Al momento, è un compito arduo. Il secondo album di Swift, Impavido, è stato l’album più venduto di qualsiasi genere nel 2009. Una confezione avvincente di canzoni d’amore country / pop, Impavido ha rubato il cuore a bambine e ragazzine non americane, seduto al numero uno della Billboard Top 200 per 11 settimane, che è più lungo di qualsiasi altro album nell’ultimo decennio. Al momento dei premi, Swift ha portato a casa quattro Grammy (incluso il miglior album dell’anno) e l’MTV Moonman per il miglior video femminile (alias The Kanye Incident) – insieme ad un carico di altri trofei, incluso il premio CMA per Entertainer of the Year in 2009. I biglietti per il recente concerto di Swift allo Staples Center di Los Angeles sono esauriti in due minuti. L’anno scorso, ha guadagnato $ 18 milioni da album e tour da solo.

All’improvviso, Taylor Swift è una stella enorme. Ad esempio, il tipo di star che hanno iniziato a paragonarsi a Michael Jackson e Madonna. Il tipo di stella che gira con nove autobus e diversi camion viola che hanno la faccia intonacata sul lato. Il tipo di star su cui Borchetta dice: “Guarda, se riesce a produrre un terzo album superiore, uno che è grande come gli ultimi due … beh, quand’è l’ultima volta che qualcuno l’ha fatto?”

Fresno è un posto interessante per vedere Swift esibirsi. Fondamentalmente, l’intera città è diventata banane su di lei – incluso il sindaco, che ha proclamato ufficialmente oggi “Taylor Swift Day”. (In parte, questo potrebbe essere un tentativo di distrarre i residenti dal fatto che Fresno è stato recentemente valutato il numero uno della città più ubriaca in America da Salute dell’uomo rivista, ma ancora …) Una polverosa cittadina agricola nel mezzo della California, Fresno è la terra dei mostri e delle signore con i capelli corti, donne in chiesa in grembiuli fatti a mano arruffati e scarpe Easy Spirit che vendono i loro oggetti al festival Big Hat Days nel vicino Clovis. Swift, che non beve, non bestemmia o non si scotta, è enorme qui.

Al di fuori del Save Mart Center, vicino alla mandria di autobus turistici Taylor Swift, una stazione radio locale ha installato un proprio autobus e trasmette in diretta tutto il pomeriggio da un grande altoparlante. Quelle che sembrano migliaia di ragazzine e ragazze adolescenti e ragazze di mezza età si aggirano nel parcheggio – alcune vestite in versione casalinga della maglietta oversize “Junior Jewels” e occhiali da nerd neri che Swift indossa nel suo “You Belong” With Me “video – con enormi segni” Taylor “e urlando” Taylor! ” di volta in volta.

“Mi piace perché è giovane e carina e scrive cose alle quali ci si può relazionare”, dice Caroline Meyers, graziosa e lentigginosa, la cui madre ha guidato lei e la sua migliore amica, Lexi Kraft, qui a 240 miglia da Colusa, in California. Entrambe le ragazze hanno 17 anni. Entrambi indossano magliette che dicono “Guido anche io dalla casa del mio ex-fidanzato!” – qualcosa che Swift ha ammesso di fare in un’intervista alla CMT. “È un buon modello di ruolo”, aggiunge Kraft. “Inoltre, è davvero carina.”

Swift si è esibito a Fresno prima – ma mai come questo. La prima volta che ha suonato qui, nel 2006, è stata al Cali’s Frozen Cream Creamery in Blackstone Avenue. Swift, allora sedicenne, era in città per un tour radiofonico promozionale. Lei e la sua band si fermarono per uno yogurt gelato e finirono per suonare un concerto improvvisato. La seconda volta è stata due anni fa, quando ha aperto per Rascal Flatts. Quindi, quando Swift appare più tardi nel pomeriggio per un meet-and-greet nel backstage con le varie radio della gente di Fresno e dice “Non posso dirvi per quanto tempo ho aspettato questa notte!”, Credete davvero sua.

PAGINA SUCCESSIVA: SWIFT SEGUE I SUOI ​​SOGNI A NASHVILLE

Per Swift, l’esecuzione non sembra tanto una professione come una chiamata. Come essere una suora o un cavaliere Jedi. È l’unica cosa che ha sempre voluto fare, a tutti. Mai. “Ho cantato in modo casuale, ossessivo e odioso per tutto il tempo che ricordo”, dice Swift, cresciuto in un’idilliaca fattoria di alberi di Natale nelle campagne della Pennsylvania con il suo pony. La figlia maggiore di genitori generosi (suo padre, Scott, è un agente di cambio, sua madre, Andrea, ha lasciato il suo lavoro come dirigente di marketing di fondi comuni per allevare il fratellino di Swift e Swift, Austin), Swift insiste sul fatto che i genitori credevano in lei completamente, il bisogno bruciante di cantare in pubblico era interamente suo. “I miei genitori hanno video di me sulla spiaggia a, tipo, 3”, continua, “salendo alle persone e cantando Re Leone canzoni per loro. Stavo letteralmente passando da un asciugamano ad un asciugamano, dicendo: “Ciao, sono Taylor. Ho intenzione di cantare Non posso aspettare di essere il re per te adesso. ‘”

Siamo seduti sul divano nel suo spogliatoio dietro le quinte, che condivide con la sua bruna cantante di riserva, Liz Huett, e il suo violinista dai capelli rossi, Caitlin Evanson, che sono anche due dei suoi migliori amici. Entrambi sono in primo piano nei video fatti in casa che Swift pubblica regolarmente per i fan su taylorswift.com e Facebook, e fiancheggiano Swift come ancelle. Un grande scaffale di abiti luminosi e setosi si staglia contro un muro; una foresta di Louboutins è sparpagliata sul pavimento. Una bibita gigante di In-n-Out Burger si sta sciogliendo sul tavolino da caffè.

“È molto Taylor a voler condividere il suo camerino”, ha detto in precedenza la pubblicista di Swift, Paula Erickson. “Le piace solo avere i suoi amici in giro.” E mentre è vero, vale la pena notare che verso la fine di ogni concerto, Evanson e Swift hanno una spettacolare battaglia di tamburi su due grandi bidoni della spazzatura in acciaio durante la canzone “Should have Said No.” (Swift vince sempre).

Sono circa le 5:30 del pomeriggio e Swift ha appena terminato la sua prova preliminare. Lei non sembra affatto nervosa. In effetti, sembra decisamente rilassata. Vestita con minigonna grigia e straccio nero Scarpe da danza dell’osso con punte in vernice, ha cercato di spiegarmi cosa vuol dire essere nato con un senso di destino così intenso, e quanto completamente abbia definito e guidato la sua vita fino ad ora. “È letteralmente tutto ciò che ho sempre sognato”, dice.

All’età di 10 anni, i dettagli del futuro di Swift avevano cominciato a prendere il loro posto. Sapeva che voleva essere una cantante country. Sapeva che doveva andare a Nashville per farlo accadere. Aveva scoperto il karaoke e si stava insegnando a cantare come Faith Hill e Dixie Chicks e Shania Twain. Si era esibita in qualsiasi evento che riusciva a trovare, compresi i garden club e le riunioni dei boy scout, cosa che la rendeva seriamente impopolare a scuola. A Swift non importava. Era in missione. “Sapevo che tutto ciò che volevo accadesse poteva accadere a Nashville”, dice. “Così è diventato il mio obiettivo numero uno per arrivare in qualche modo.”

Leggi il resto della nostra intervista esclusiva con Taylor Swift nel numero di luglio 2010, in edicola l’8 giugno.

Loading...