Katia Verber Russian Billionaire – Alla Verber’s Daughter

Katia Verber è in ritardo. Non è insolito per una It girl di Mosca, dove le strade costruite dai soviet sono soffocate dal traffico. Il fatto di non aiutare è che la macchina di 24 anni del socialite It – l’oro di Bentley con autista di sua madre – è appena crollata. “Sono così stressato!” sospira la voce piumata dall’altra parte della linea quando chiamo per il check-in. “Sarò lì in 20!”

Due ore e mezza dopo, Katia vola nello Starbucks nella storica Old Arbat Street. Non posso fare a meno di chiedere: se sborsate $ 250.000 per una macchina, dovrebbe funzionare, giusto? “Oh, no, no, no, no”, dice in un inglese frizzante, con la pazienza di una maestra d’asilo. “Le Bentley si rompono tutto il tempo.”

Prima che io possa rispondere, il suo cellulare Vertu di lusso da 7000 dollari è un beep-beep-beep. A voce alta. “Ugh, odio questo anello”, dice, sfogliando il contenuto della sua borsa di Balenciaga con entrambe le mani. “Fa sapere a tutti che hai un Vertu. È così imbarazzante!” Il telefono continua a suonare. Finalmente lo trova e risponde con un vivace “Ah-Loh?

Katia, un’erede dai capelli scuri con occhi penetranti e denti perfetti, è come una delle sorelle dell’Hilton. È la figlia di Alla Verber, che aiuta a gestire il più grande rivenditore di lusso della Russia, Mercury, che ha portato Dolce, Gucci e Prada in Russia a metà degli anni ’90. Katia lavora come compratore in Mercury, ma passa molto del suo tempo a posare per i glossies russi e decidere quali inviti alle feste accettare.

Questa non è la Mosca di un tempo, quando la lista d’attesa di una berlina volgare era spesso di cinque anni. I prezzi del petrolio in ascesa hanno trasformato questa volta capitale del comunismo a velocità vertiginosa. Ancora oggi Mosca vanta 73 miliardari (rispetto ai 70 di New York) e il numero di milionari russi è salito lo scorso anno a 136.000. Cresce anche il divario tra ricchi e poveri: il salario medio è ancora misurato in 16.253 rubli, o 686 dollari al mese, e 18,9 milioni di russi sopravvivono al di sotto della soglia di povertà con salari mensili in media inferiori a $ 170.

Ci sono due Russie, come dice Katia: si muove lentamente, mentre le altre si spingono in avanti, spendendo il suo denaro liquido con quel tipo di abbandono incauto che si poteva trovare solo in un paese in cui la carta igienica era considerata un bene di lusso.

Sono venuto per vedere come le mezze vite di Katia.



VEDERE LE FOTO DI KATIA EI SUOI ​​AMICI

È venerdì pomeriggio nella capitale tentacolare, e passiamo accanto alle gru di costruzione e ai nuovi megamalls lucenti prima del traffico del fine settimana.

Una delle conoscenti di Katia, Dasha Zhukova, ha recentemente fatto notizia qui quando il suo fidanzato miliardario, Roman Abramovich, ha buttato giù 120 milioni di dollari su due dipinti per la galleria d’arte di Dasha. Abramovich, che ha guadagnato i suoi dollari in petrolio e possiede il Chelsea Football Club britannico, è forse il miliardario più conosciuto in Russia, ma il più ricco è Oleg Deripaska, che ha fatto fortuna in alluminio. Poi c’è il sesto uomo più ricco del paese, Mikhail Prokhorov, soprannominato “lo scapolo più idoneo della Russia” dalla stampa scandalistica, fino a quando non è stato arrestato per presunta esecuzione di un giro di prostituzione di fascia alta.

Katia ed io siamo in crociera in un centro commerciale chiamato “Luxury Village”, che sua madre ha aiutato a costruire in un bosco bucolico ad un’ora da Mosca. Gucci, Yves Saint Laurent, Tiffany e una concessionaria Lamborghini brillano in una foresta di betulle. “È [vicino] dove vivono tutte le persone veramente ricche”, dice Katia mentre percorriamo una strada di campagna a due corsie ingombra di cartelloni pubblicitari che pubblicizzano immobili eleganti e l’opulento mobilio che ne consegue. Come a un segnale, molti Audis con le finestre colorate di nero passano.

Ma l’arteria pedonale pavimentata di Luxury Village è una città fantasma. “Quando la gente compra qui, compra molto”, spiega Katia quando chiedo come questo villaggio di Stepford immacolato stia a galla. “Non si preoccupano del prezzo”. Poi annuncia che ha bisogno di una sigaretta e del sushi. Quindi ci dirigiamo verso A.V.E.N.U.E., un ristorante totalmente vuoto con uno chef francese importato e una musica techno senza spigoli. Prendiamo una cabina di pelle rossa e Katia ordina un pacchetto di fumi superslimici chiamati Vogues e un rotolo californiano da $ 26 per fortificarla per lo shopping.

Poche ore e più di mille dollari di Balenciaga si vestono più tardi, siamo di nuovo in ritardo, questa volta per un drink con gli amici fashionisti di Katia a Denis Simachëv, il ristorante di Mosca del momento.

Al ristorante, palle da discoteca penzolano dal soffitto, un fucile d’assalto Kalashnikov placcato oro poggia su una parete, e un dipinto di George W. Bush è appeso sopra il bar, raffigurante il presidente che rimbalza con i leader mondiali in quello che sembra essere l’interno di una prigione.

Pensavo che la gente non si vestisse davvero come Carrie Bradshaw nella vita reale; poi ho incontrato gli amici di Katia. È ancora giorno, ma Raquel sta canalizzando Samantha con un abito nero Balutaga a spalla, un corsetto di pelle nera di Azzedine Alaïa e guanti Chanel neri senza dita. Mira (Charlotte!) Porta una borsetta di Hermès Kelly e indossa una sciarpa Louis Vuitton con stampe leopardate. Vika, una stilista di moda, sfoggia un taglio di capelli spigoloso che posso solo descrivere come Miranda Deconstructed.

Ben presto, il discorso si rivolge ai ragazzi, quindi, sì, mi trovo proprio nel bel mezzo di un episodio di Sesso e città russa.

“La scena degli appuntamenti qui è dura”, si lamenta Raquel. “Gli uomini sono viziati perché le donne sono così belle e ci sono, tipo, 10 donne per ogni ragazzo.”

“Ma vogliamo qualità, non quantità”, contatori Katia.

“Sì, ma così tanti uomini vogliono ancora che le donne restino a casa”, dice Raquel. “Quando una donna ha successo, gli uomini hanno paura”.

Chiedo degli uomini di successo – cosa fanno? La risposta onnipresente è “beez-nees”. Che tipo di attività? “Solo beez-nees”, dice Raquel timidamente. La nuova generazione – i figli dei jet-set degli oligarchi e dei “minigarch” e dei politici – ha imparato a non discutere mai di soldi.

Quando arriva l’assegno, Katia scava attraverso il suo portafoglio, che è pieno di banconote da $ 100 e banconote da 5000 rubli. Vika naviga sul Web sul suo MacBook alla ricerca di un hotel di New York per la settimana della moda. Mira, che ha appena compiuto 23 anni, chiama la sua guardia del corpo per vedere dove si trova la macchina. Deve correre – il marito di tre anni la sta aspettando a casa. “Questo è lo svantaggio del matrimonio”, aggrotta le sopracciglia e si allontana verso la notte.

Ma Katia è ancora single e non ancora completata. Prossima fermata: il Soho Rooms, una discoteca che pratica una severa politica di “controllo del volto”, che significa che le uniche persone autorizzate a scendere sul tappeto rosso e superare la corda di velluto e i buttafuori dall’aspetto del KGB sono uomini ricchi e donne incredibilmente sfarzose. Katia ha uno speciale accesso VIP a uno dei tavoli, che partono da $ 3000 a notte, ma preferisce fermarsi di sopra, nella parte del ristorante del club, e ordinare più sushi. Proprio come il resto di Mosca, Katia ama il sushi. Vi siete mai chiesti perché il tonno si sta estinguendo? Vieni in Russia.

Dopo il sushi – lavato con Moët – è tempo di ballare. Scendiamo l’ampia scala di marmo in un vortice di flûte di champagne, ballerini di go-go e uomini con camicie spiegazzate che sembrano aver appena finito una lunga giornata di “beez-nees”. Katia ci guida oltre il muro di Berlino delle guardie del corpo – tutti con indosso abiti e abiti neri – attraverso un’altra corda di velluto e nella sezione VVIP, dove tutti stanno guardando tutti gli altri.

“È un cantante famoso,” dice Katia, indicando un manichino biondo con le labbra gonfie che sta posando per un paparazzo. Alle 3 del mattino, due glamazon sopra la pista da ballo mettono in scena un incontro di pugilato per i festaioli sottostanti. La musica pulsa: Voglio scuotere il tuo corpo … I pugili della ragazza sono in topless. La scena culmina in un acquazzone torrenziale di coriandoli rossi, bianchi e blu che si insinua nella mia borsetta, nel mio vestito e nella mia bevanda.

Questo è il posto dove stare, Credo. Ma ho torto. Perché presto ci troviamo di fronte a una discoteca ancora più calda chiamata Krysha, che ha una politica di ingresso ancora più severa. (Katia mi dice – senza ironia – che puoi entrare solo se conosci la password segreta.) La seguo attraverso la tana del coniglio e su per le scale dopo le scale fino a raggiungere il tetto, che adesso sembra la cima del mondo. Katia dice sognante: “Questo posto ha la vista migliore di Mosca alle 6 del mattino”.

In lontananza, le cupole dorate del Cremlino e le torri d’acciaio del quartiere degli affari di Mosca, appena costruito, brillano sotto una sottile nebbia di luce rosa e pervinca. La città sembra assonnata nelle ore dell’alba, ma il bar pullula di socialite e insistono perché la festa continui, almeno fino a mezzogiorno e forse anche dopo. “In questo momento sto vivendo in questo momento”, ricordo Katia che diceva poco prima. E in questo breve, atteso momento, non sembra esserci altro modo di vivere.

Ilana Ozernoy ha scritto per Notizie degli Stati Uniti Rapporto mondiale e L’Atlantico. Sta lavorando a un libro sulla vita nella Russia contemporanea, che sarà pubblicato da Henry Holt l’anno prossimo.

Loading...