Intervista a Robyn Lawley

La scorsa settimana, siamo saliti di gioia per la notizia che Sport illustrati presenterebbe due modelli plus size nel suo numero di costume da bagno 2016: Ashley Graham (che fa il suo debutto * Sports Illustrated * in copertina) e Robyn Lawley (per la sua seconda apparizione nella rivista). Abbiamo parlato con il ventiseienne Lawley, il cui curriculum comprende designer di costumi da bagno, star della campagna di bellezza e madre, riguardo al suo posto nella rivista – e perché questa celebrazione della diversità del corpo è attesa da tempo.

Prima di tutto, congratulazioni per il tuo secondo Sport illustrati caratterizzato da! “Grazie, non vedo l’ora di vedere effettivamente le immagini, non le ho ancora viste, sono molto segrete su di loro fino a quando il problema non è uscito e sono entusiasta di andare finalmente a festeggiarlo, perché l’ultimo l’anno che stavo avendo un bambino, quindi ho perso tutti i tour e le feste, quest’anno sarà molto più divertente. “

Wow, dovrebbe essere eccitante. E la rivista ha annunciato che Ashley Graham è uno dei Rookies di quest’anno. Come ti senti a riguardo? “Penso che sia la prima volta che ci sono più ragazze curvy Sport illustrati, e Ashley è molto voluttuosa e davvero formosa, quindi è decisamente sorprendente. Penso che sia così tosto che amano le ragazze formose. Amano le ragazze che trasudano un sex appeal e una bellezza, e sono sempre state così. Anche se guardi alle loro prime edizioni, negli anni ’60 e ’70, avevano ragazze piuttosto formose, e poi avevano Tyra Banks e Beyoncé. Le tendenze degli ultimi anni sono state piuttosto eclatanti, quindi abbiamo perso alcuni corpi sinuosi, a dire il vero. “

Se si tratta di una tendenza, significa che pensi che questo potrebbe andare via? “Sto decisamente sperando che la tendenza rimanga per sempre, voglio che sia una cosa per sempre”.

Tess Holiday ha recentemente affermato che una delle cose più frustranti dell’essere una modella etichettata come plus size è che la gente pensa che “deve essere malsana o che promuove uno stile di vita malsano”. Cosa ne pensi di questo? “Sì, sono dannatamente sano, coltivo le mie verdure e mi alleno ogni giorno, se non tre o quattro volte a settimana, per me è un po ‘offensivo quando ci dicono che non siamo in forma. Un sacco di modelli plus-size variano anche nelle taglie. Ashley Graham indossa una taglia 12 nel mio costume da bagno, e io sono una taglia 12, ma siamo molto diversi corpi e diverse altezze e strutture ossee Ci sono un sacco di cose che non puoi dire da una persona: molte delle ragazze che conosco sono davvero tonica e in forma “.

Sei stato sul disco un paio di volte sottolineando che non ti piace il termine “plus-size”. Puoi ampliarlo? “Non mi piace molto il termine, e alcune persone amano il fatto che io lo dica, e le altre persone si sentono veramente offese.” Il fatto è che c’è una certa connotazione del termine. È una parola che l’industria della moda mi ha dato Non sono le persone normali a darmelo, le persone normali mi guardano e io dico “Sono un modello in più,” e loro dicono “Cosa?” E poi devo spiegare loro che è un termine di moda “.

Come possiamo sbarazzarci di quel termine? “Quello che voglio vedere sono le marche di dimensioni reali che adottano misure più grandi e che hanno tutti modello, non solo un tipo di modello di corpo, e devono smettere di creare campioni di dimensioni così piccole che non li posso montare. È molto facile fare un campione adatto a qualcuno: stiamo facendo in modo che le ragazze perdano peso per adattarsi ai campioni, piuttosto che il contrario. Dovremmo fare in modo che i vestiti si adattino alle ragazze. e tutte le taglie. Ha sempre e sempre lo sarà, e se guardi le passerelle non è affatto diversificata, è lo stesso tipo di corpo [uno] dopo l’altro, sono stufo di esso. io stesso sono rappresentato nella moda e amo la moda. “

È per questo che hai creato la tua linea di costumi da bagno? “Sì. Se non sta succedendo, devi solo farlo accadere … Robyn Lawley Swimwear è adatto alle ragazze tra le taglie 8 e 18, e penso che sia fantastico avere ragazze formose che definiscono le tendenze e aprono la strada. Adesso comincio anche a creare vestiti, faccio ancora fatica nei negozi, e sono davvero in difficoltà con gli eventi.Tutte le dimensioni del campione sono pari a zero, quindi non posso ottenere un vestito da un designer. spesso vai nei negozi vintage. “

Stai pensando di andare alla settimana della moda di New York? “Per me, personalmente, non vedo il bisogno di andare alla settimana della moda, vedo alcuni designer tra cui ragazze curvy, come Chromat, ma per la maggior parte, o ci stanno usando per una trovata pubblicitaria, o sono Semplicemente non cambiando i loro modi: cambiare i loro modi sarebbe avere un vero e proprio gruppo diversificato pieno di diverse età ed etnie di diverse dimensioni per lo spettacolo “.

“Plus-size” è un termine di moda in questo momento. Che cosa intendi quando dici che i designer usano le ragazze plus size per una trovata pubblicitaria? “Con la mia cover italiana * Vogue * [nel 2011], ad esempio, ce n’è stata solo una, e non è ancora successo. Voga ha solo presentato Adele. Penso che probabilmente arriverà. Ma non può essere un solo problema ogni cinque anni, e tutti sbuffano, si imbardano e si eccitano, e poi dopo non succede nulla. Ed è così che mi sentivo con la mia carriera. La realtà è che gli acquirenti sono la mia dimensione demografica. Questa è la parte con la quale lotto, ed è quello che non ottengo, perché i progettisti sono di quella stessa taglia, e non capisco perché continuino a tenere un corpo adolescente in tale prestigio, perché non è reale “.

Le nostre evoluzioni di bellezza delle celebrità preferite:

Loading...