Amy Schumer parla di sesso, amore e politica – agosto 2016 Marie Claire Cover Interview

È insolitamente caldo il pomeriggio che Amy Schumer arriva al Central Park di New York vestita con indumenti da allenamento, occhiali da sole e un berretto da baseball, i capelli biondi legati in una coda bassa al collo.

“Spero ti piaccia la malattia di Lyme!” lei impassibile mentre ci incamminiamo verso un posto ombreggiato. Mentre camminiamo, due cose diventano chiare: 1) Anche se l’anno scorso ha portato un’ondata vertiginosa di fortuna, Schumer rimane decisamente impassibile e incustodito, e 2) questa non sarà una passeggiata.

Immagine

Mark Seliger

In avanti, Schumer, 35 anni, riflette sul suo recente passato. “È una tale sfocatura, non ricordo nemmeno quello che ho appena fatto, sto cercando di capire come navigare tutto questo, non ce l’ho con me.

Le ricordo alcuni punti salienti: il suo stand-up speciale HBO, Amy Schumer: Live at the Apollo, diretto da Chris Rock; i $ 140 milioni incassati dal suo film d’esordio, Trainwreck, l’anno scorso; il suo ruolo drammatico nell’imminente film militare PTSD Grazie per il vostro servizio; una quarta stagione del suo pluripremiato spettacolo (tra cui due Emmy e un Peabody), Dentro Amy Schumer; e, più recentemente, filmando una commedia madre-figlia ancora senza titolo con nientemeno che l’icona di OG Goldie Hawn, che Schumer ha attirato da quasi Hollywood per diventare costar.

Immagine

Mark Seliger

Ecco alcuni punti salienti della sua intervista, in edicola il 19 luglio:

In un recente sogno sessuale ha avuto a proposito dell’amica e attrice femminile Jemima Kirke: “È stato fantastico, le ho quasi detto, poi ho pensato che forse Lena [Dunham] sarebbe diventata gelosa, quindi non l’ho fatto.”

Su come era cresciuta: “Ero sempre schivo, auto-riflessivo, odiavo sentirmi come ogni altra ragazza di Long Island, guardarmi i vestiti e i capelli, ero molto consapevole di non voler essere uguale a tutti”.

Ad essere innamorato: “Essere innamorato è la cosa più spaventosa del mondo.” Vuoi piangere e urlare, non ce la faccio, ogni volta che ci salutiamo, penso, sarà stata una bella settimana insieme. O mi dico che nulla è reale e che mi lascerà e mi dirà che non mi ha mai amato, mi sento così male per lui, quanto deve essere stancante uscire con me. “

“Mi sento così male per lui, quanto è estenuante dover uscire con me.”

Alla sua prima esperienza sessuale: “La mia prima esperienza sessuale non è stata buona, non ci ho pensato fino a quando non ho iniziato a leggere di nuovo il mio diario, quando è successo, l’ho scritto quasi come un buttato via, è stato tipo, E poi ho guardato in basso e ho realizzato lui era dentro di me, stava dicendo “Sono così dispiaciuto” e “Non posso credere di averlo fatto”.

Sulle elezioni: “Questa elezione, Trump, è così sconvolgente. Ho fatto un po ‘di stand-up alla festa di compleanno di Hilary [Clinton], e sono nella stessa stanza di lei e Bill e [New York Senator] Kirsten Gillibrand, e non erano preoccupati per quanto riguarda Trump, mi sono aggrappato a questo per la vita cara. “

Incontri con Ben Hanisch: “Sento che Ben è il primo ragazzo che è stato davvero il mio ragazzo. Ci sono ragazzi che, se mi hanno sentito dire, vorrebbe darmi un pugno in faccia, ma sì, è la verità.”

Leggi l’intervista completa e guarda altre foto nel numero di agosto di Marie Claire, in edicola il 19 luglio. E per un po ‘di azione dietro le quinte per trattenerti, vedi Schumer al suo servizio di copertina qui:


Loading...