Sarah Michelle Gellar Foodstirs Interview – Sarah Michelle Gellar su Foodstirs and Her New Cookbook

Quando arrivo al quartier generale di Foodstirs a fine marzo, tutto sembra urlare all’avvio. Lo spazio di vita / lavoro di Santa Monica ha una cucina in un angolo, una piccola tana nell’altro, un balcone per immergersi nei caldi raggi della California, e una stanza dal soffitto alto dove la maggior parte della squadra si siede attorno a un tavolo pieno di computer portatili e Foodstirs. Ma a differenza di altre start-up, in cui l’aria può assaporare stantie da frenetici ricevimenti notturni e Postmates, l’ufficio Foodstirs odora delizioso.

“Cookie?” offre la co-fondatrice e chief brand officer della società di panificazione biologica, Sarah Michelle Gellar. Sì, quella Sarah Michelle Gellar, l’eroe femminista che uccide i vampiri della tua giovinezza. Ha un’energia frenetica e contagiosa: i suoi co-fondatori sono in vacanza di primavera con le loro famiglie, la sua tata ha fatto un congedo di maternità quella mattina, e lei sta andando fuori città per un tour di libri di massa in pochi giorni. “Povero, Freddie,” dice lei. Sì, quella Freddie-Freddie Prinze Jr., il rubacuori dell’inizio del secolo di chi Tiger Beat i poster hanno tappezzato il tuo armadietto della scuola media. Sarà in servizio con i genitori, mentre Gellar si avvicina alla strada per promuovere il suo nuovo libro di cucina, Mescolando divertimento con cibo, con il suo CEO e co-fondatore di Foodstirs, Galit Laibow. “Freddie e Brian [il marito di Laibow] lo capiranno insieme”, dice Gellar.

Immagine

Cuocere con il co-fondatore Galit Laibow
Foodstirs

Capirlo insieme è stato il motto di Gellar e Laibow dal lancio della loro azienda due anni fa. I due si sono conosciuti quando Laibow aveva una società di pubbliche relazioni, con clienti come Jessica Alba e Rosario Dawson. Alla fine, le loro figlie più grandi finirono nella stessa scuola e divennero ossessionato con spettacoli di cucina. Nel 2014, Gellar e Laibow hanno deciso di ricreare un’esperienza in stile Food Network per i loro bambini durante una data di gioco. “Siamo andati su Pinterest-quando l’ho chiamato ‘The Pinterest’ perché non sapevo cosa fosse”, ricorda Gellar. “Ero tipo, ‘Ok, sono intimidito, non posso fare nulla di quello'”.

Una volta deciso qualcosa da fare (né ricorda la ricetta specifica, ma sanno che implicava un mix prefabbricato), Laibow si diresse verso il negozio di alimentari. Tutte le miscele di cottura che ha trovato erano piene di ingredienti che non riusciva a pronunciare, e non c’era un solo mix organico in meno di un milione di dollari. Alla fine si arrese, scelse un vecchio mix di scatole e passò un memorabile pomeriggio a cucinare con Gellar e le ragazze. “Abbiamo avuto il giorno migliore, non c’era la televisione, non c’erano i telefoni, abbiamo appena creato”, dice Gellar. Fu allora che una lampadina si spense per Laibow: perché non avviare un’azienda di panificazione domestica organica basata sul progetto?

“È come un progetto artistico, ma puoi mangiarlo.”

“Volevo davvero qualcosa di comodo che potesse essere consegnato alla tua porta”, dice Laibow. “Come un progetto artistico, ma puoi mangiarlo.” Gellar ha amato l’idea e subito voluto, ma Laibow ha detto no. “Non era personale, ma la mia visione era di costruire un marchio iconico che potesse vivere per sempre”, spiega. “Ho iniziato la mia carriera come pubblicitario di celebrità, quindi so che è facile per una celebrità dire, ‘Grande, ti prendo la stampa, ci tweetterò e poi me ne andrò.'”

Inoltre, Gellar aveva un lavoro a tempo pieno. Stava lavorando I pazzi, una sitcom della CBS con protagonista Robin Williams, e ha pensato che fosse pronto per meno il prossimo decennio: “Per me è stato l’ultimo lavoro, non era sulle mie spalle, era lo spettacolo di Robin”, spiega. “Ho lavorato solo un paio d’ore al giorno, non avevo mai avuto quell’esperienza, pensavo che fosse così, davvero.” Ma I pazzi finì per essere cancellato dopo una stagione, che fu seguita, tre mesi dopo, dalla tragica morte di Williams. “Robin è stato l’ultimo personaggio del papà per me”, dice Gellar della co-protagonista a cui si è avvicinata molto durante le riprese dello show. “Adoro quell’uomo.”

Gellar era in una cattiva posizione dopo la morte di Williams e decise di ripensare alle sue priorità. “Volevo solo fare di più, volevo essere “Volevo essere presente nelle vite dei miei figli perché ti rendi conto di quanto sia breve la vita.” Così, bussò di nuovo alla porta di Laibow, questa volta con più fervore e determinazione. “Galit vide quanto seria era. Si è resa conto che non avrei intenzione di andare a fare uno spettacolo e lasciarla, o semplicemente mettere il mio nome sul progetto e non essere qui per il giorno per giorno “.

#thatsawrap per me e #galit (e @foodstirs) su #altsummit Grazie #utah per essere dei padroni di casa fantastici !! (E grazie @simplytroy per l’ottima foto)

Un post condiviso da Sarah Michelle (@sarahmgellar) su

Foodstirs è stato lanciato ufficialmente nell’ottobre 2015 con kit in stile Pinterest per la vendita online, ma sia i clienti che i rivenditori hanno richiesto rapidamente i loro mix organici brevettati. “Eravamo tipo, ‘Uh oh, questo si sta ingrandendo'”, ricorda Gellar.

Fu allora che entrarono a far parte Greg Fleishman, che aveva trascorso oltre vent’anni nei ruoli principali di marketing e gestione generale a Kashi, Kellogg e Coca-Cola prima di fondare Purely Righteous Brands, una società di consulenza per le società “green space” tra cui Cascadian Farms e Annie’s . Ha incontrato Gellar e Laibow in un evento del settore nel 2015, e si è unito alla compagnia come co-fondatore e chief operating officer poco dopo. “L’idea di rifare una categoria da 4,7 miliardi di dollari che ne aveva fortemente bisogno era interessante”, afferma Fleishman. “E, come padre di due giovani figlie, è caduto vicino a casa e, dopo aver incontrato Galit e Sarah, sapevo che poteva esserci magia. Entrambe sono la combinazione molto rara di visionario, strategico, altamente creativo e con uno scrappy, implacabile lavoro etico.”

Grazie ai loro sforzi combinati, Foodstirs ha ora raccolto $ 5 milioni e prevede di avere i suoi otto mix quick-scratch – che vendono per $ 5,99 per scatola – in 4.000 storefronts (compresi Whole Foods, Gelsons e Fresh Market) in autunno.

Immagine

Foodstirs

La domenica prima dell’incontro con Gellar, aveva trascorso otto ore in un Costco della L.A. Laibow e Fleishman avevano passato una quantità simile di tempo a Costcos a San Juan Capistrano e Laguna Niguel. Il trio stava supervisionando il lancio di Foodstirs nella catena di mazzi di magazzini di Behemoth, un’esperienza che era ben diversa dai giorni di Gellar sul set. Le chiedo se è più esausta ora di quando recitava. “Oh, stai scherzando? Dov’è la mia roulotte, dove mi siederò con il mio caminetto?” lei scherza. “Gli attori hanno solo due cose che devi fare: colpire nel segno e pronunciare le parole: qualcuno ti prende in braccio, ti pettina, ti veste, ti rade, ti pulisce, qualsiasi cosa. Tutto quello che devi fare è stare in piedi lì, poi torna al tuo trailer, ora sono molto più stanco. “

“All’inizio, non posso dirti quanti potenziali investitori hanno detto: ‘Ma tu sei mamme’ o ‘Chi dirigerà la tua azienda?'”

Anche se il suo nuovo concerto richiede alcuni agghindarsi. Chiunque abbia una connessione wifi ha visto Gellar promuovere il suo nuovo libro sul talk show dopo il talk show delle ultime due settimane. Ma le sfide quotidiane di Foodstir sono spesso meno glam di quelle incontrate da Gellar e Laibow a Hollywood.

Come nel giorno del lancio nel 2015, quando una demo di Foodstirs suRachael Ray causato un afflusso di traffico web e il sito si è bloccato. La società aveva esternalizzato il suo sviluppo web, così Gellar e Laibow presero il panico e chiamarono i loro appaltatori in India per riattivare il sito. Un’altra sfida? Né Gellar né Laibow hanno alcuna esperienza nel settore alimentare. (“Oltre a mangiare”, interviene Gellar. “Avevo molta esperienza nel mangiare.”) Google è diventato il loro migliore amico, dove ha cercato tutto, da come codificare le e-mail di marketing a ingredienti come lo zucchero biodinamico, che è quattro volte il prezzo dello zucchero biologico. Questa particolare ricerca ha indotto Gellar e Laibow a saltare al telefono e nel baratto. “Abbiamo chiamato Sugarland, in Texas, da dove proviene. Ho detto,” Ciao, sono Sarah Michelle Gellar e potresti conoscermi da Buffy the Vampire Slayer. Sto facendo questo business e voglio davvero usare il tuo prodotto. Posso portare consapevolezza. ‘ Quindi abbiamo raggiunto un accordo con loro “.

Ma non tutte le trattative sono andate così bene. La loro prima riunione di raccolta fondi “non è andata bene”, e poi sono stati colpiti dal sessismo ben segnalato dilagante nelle industrie di capitale di rischio e private equity. “All’inizio, non posso dirti quanti potenziali investitori hanno detto:” Ma tu sei mamme “o” Chi dirigerà la tua azienda? “, Ricorda Gellar. “La gente pensava che sarebbe stato così facile per noi raccogliere denaro e non lo era”.

Continuarono a perfezionare la loro messaggistica, finendo per sbarcare investimenti da Beechwood Capital e Cambridge Companies SPG. “Il ‘no’ ci ha fatto lavorare molto più duramente,” dice Laibow. “Faremo loro dispiacere che non abbiano investito.”

Al giorno d’oggi, Fleishman, Gellar e Laibow prendono tutte le decisioni importanti insieme, ma dividono i loro ruoli giorno per giorno in base ai loro punti di forza: Fleishman si concentra sulle vendite e sulle operazioni; Laibow si occupa della visione d’insieme della società, della gestione dei talenti, delle finanze e della raccolta di fondi; e Gellar si concentra sui materiali di marketing di Foodstirs, tra cui la voce e il design dell’azienda. Si diletta anche nell’innovazione di prodotto (una volta ogni due settimane, Gellar trascorre un pomeriggio testando nuove ricette con lo chef residente di Foodstirs, Aubrey Krystek). Certo, c’è stato un po ‘di prove ed errori con i kit: un kit di cupcake cono, lanciato circa un anno fa, è stato ispirato dall’infanzia di Gellar, ma i coni organici spesso si rompevano durante la spedizione. È stato rapidamente ritirato, ma Gellar spera di vendere un giorno i kit di cono per cupcake in punti vendita.

Assumere e licenziare dipendenti è stata un’altra curva di apprendimento per Gellar. Uno dei co-fondatori di Foodstirs, Gia Russo Levine, si è dimesso volontariamente nel 2016, ma Gellar e Laibow hanno dovuto lasciare alcuni impiegati. “Ogni volta che abbiamo dovuto lasciare andare qualcuno o non funziona, ho il cuore spezzato: non importa quante volte qualcuno da un’azienda più grande mi dice che questo è solo il modo in cui va”, dice Gellar. “Ma le startup sono 24 ore su 24, non è uno scherzo, è peggio di un neonato.”

Buon compleanno @foodstirs. �� In questo giorno dell’anno scorso, abbiamo ufficialmente lanciato online. Ora un anno dopo siamo disponibili anche nella vendita al dettaglio (speriamo presto nel mondo) Grazie a tutti per aver fatto questo incredibile viaggio. E per #Galit, tu sei la migliore #werkwife e partner che potrei mai chiedere. #happyanniversary #BakeLifeSweet

Un post condiviso da Sarah Michelle (@sarahmgellar) su

Ecco perché il team di Foodstirs sta già lavorando duramente per creare una cultura incentrata sulla comunità, se c’è una festa, contare su una festa decorata adorabilmente al quartier generale di Foodstirs. La settimana in cui ho incontrato Gellar, aveva appena portato Krystek per un pranzo di due ore per festeggiare il suo compleanno. E lo spazio di vita / lavoro ha una lavatrice e un’asciugatrice, il che significa che non è raro vedere un addetto di Foodstirs che fa il bucato durante l’orario di lavoro.

Foodstirs e i suoi co-fondatori non hanno intenzione di rallentare. Entro la fine dell’anno, Laibow dice che vogliono la distribuzione nazionale per tutti i loro prodotti. Nei prossimi cinque, sperano che almeno un milione di dispense saranno riforniti con prodotti Foodstirs e potrebbero espandersi in nuove categorie come gli utensili da cucina. “Quando pensi a un tessuto, pensi a Kleenex: il gioco finale è che quando pensi a qualcosa di dolce, Foodstirs è ciò che ti viene in mente”, dice Gellar. “Mi piacerebbe essere in grado di renderlo accessibile.”

Nel breve periodo, Gellar si concentra sugli arcobaleni; gli ultimi kit della società presentano pop e pancake multicolore. “Guarda, un unicorno tutto naturale,” mi dice Gellar, mostrando un piccolo pacchetto di cristalli iridescenti. “L’hai mai visto prima? Sono sicuro che è come $ 30, quindi alla fine mi piacerebbe fabbricare queste cose.”

Quella sorta di ambizione ha calmato molti dei più grandi critici di Foodstir. “Mi piace il fatto che non veda più titoli come” Buffy Bakes “, dice Gellar. “All’inizio, era ingannevole, ma ora abbiamo due anni e stiamo ottenendo una maggiore trazione, non devo dimostrarmi allo stesso modo”.

Quindi, Gellar tornerà mai su schermi grandi o piccoli? Fa ancora il lavoro vocale per le serie di cartoni animati Pollo robot e Star Wars Ribelli, ma non aspettarti di vederla in un ruolo importante in qualsiasi momento: “Se vuoi essere alla telecamera 24 ore su 24, fallo. Non puoi farlo e gestire un’impresa”.

Detto questo, riconosce le sue origini hollywoodiane e la successiva base di fan, dandole la sicurezza di fare questo ultimo salto. “Ero conosciuto per interpretare un personaggio che parlava di empowerment femminile – che fosse Buffy o Kathryn [di]. Kathryn era un diverso tipo di empowerment, ma ancora potenziamento da solo”, dice Gellar. “Sono così sorpreso dal sostegno che abbiamo ricevuto dalle donne: questo è il nostro secondo atto – Galit e io ho corso un rischio e sto facendo qualcosa che non abbiamo mai fatto prima, e le ricompense sono incredibili”.


Loading...