Il dipendente di Chevrolet Ven Lai è andato dalla progettazione di abiti alle automobili

Ascoltando Ven Lai al telefono, puoi praticamente vedere il suo sorriso mentre parla del suo lavoro di progettazione di auto per Chevrolet. Ma è quando descrive i rigorosi test applicati al marshmallow-y, interno beige crema della Spark, che ha debuttato all’inizio di questo mese al Salone Internazionale dell’Auto di New York, che ottiene veramente animato.

Sviluppare un materiale. Attaccandolo sotto una scatola di luce artificiale per osservare come cambia il colore. Abbinandolo ad altri materiali dello stesso colore. Controllando come, insieme, leggono alla luce del giorno, la luce dello showroom e la luce del primo mattino. Assicurati che il sole che scorre attraverso il parabrezza non li svanisca e che non si corrodano quando li tocchi con le dita rivestite di crema solare. Questo è tutto lo sforzo e il pensiero che è andato nella tua auto, e questo è ciò che Lai fa come lead designer per le automobili e i crossover globali Chevrolet.

“Una cosa che amo molto del design automobilistico è il numero di elementi su cui ci sentiamo veramente a contatto”, afferma. “È un’auto – è un investimento enorme – ed è davvero gratificante sapere che il prodotto che hai progettato è apprezzato dall’autista, dal passeggero, dalla famiglia, dai figli, dai colleghi e dagli animali domestici. Fa parte del loro stile di vita e del loro quotidiano attività “.

Immagine

Motori generali

Come designer di moda e tessile applicata presso l’Academy of Art University di San Francisco, Lai, 30 anni, afferma di aver imparato lo stesso tipo di approccio funzionale al cliente che prende oggi, infatti, chiama il passaggio dall’internazionale al Distaccati e posizionati al secondo posto nella competizione di incubatori CFDA / Target per scegliere i trim dell’auto “senza sforzo”, senza il nuovo vocabolario. (Cerca il metamerismo nel tuo tempo libero.)

E anche se l’industria automobilistica è solo il 25% delle donne, Lai dice che passare a un campo dominato dagli uomini è stato altrettanto facile, dato l’ambiente favorevole che ha trovato a Chevrolet e la sua stessa disponibilità a cercare mentori.

“Ci sono cose che so, e ci sono cose che non so, e ci sono cose che voglio imparare e crescere. Questo è stato il miglior consiglio che ho ottenuto: continuare così perché il supporto che hai intorno a te è davvero ciò che rende un prodotto fenomenale. Non puoi fare questo lavoro da solo. “

Immagine

Motori generali

Dovresti anche controllare:

6 cose che le donne di successo non diranno mai

8 lavori Badass che non hai mai sentito prima

Grazie a Dio: Ivanka Trump ridefinisce l’idea della “donna lavoratrice”

Loading...