The Maverick: Hair Colorist Laurie Foley

Se è un’ombra nell’arcobaleno o in una scatola di Crayola, la colorista l’ha dipinta in modo splendido. (Chiedilo a Kate Moss e Rihanna.)

Cinque anni fa, se vedevi una donna con le strisce di arcobaleno tra i capelli, penseresti che fosse un po ‘strana, o Cyndi Lauper, o in una band punk. Se hai visto quella stessa donna oggi, potresti chiederle chi fa il suo colore. Le tinte elettriche e quasi ultraterrene che Foley, autoproclamatosi “artigiano” crea, di solito su modelli, sono ufficialmente diventate mainstream, sostituendo spesso meches sottili e le lucide ma altrimenti impercettibili tinte che una volta le donne richiedevano. “Qualsiasi cosa vada, lo spettro dei colori è completamente aperto”, dice Foley.

Foley è stato colui che ha spostato le percezioni degli schemi cromatici futuristici (è ispirata dalle vernici per auto ad alta tecnologia), ma si attiene ai metodi tradizionali. Nel suo salone di New York City, L’Atelier de Laurie, dipinge a mano i capelli – a volte con i pennelli veri – per aggiungere riflessi e ciò che lei definisce “ombre” (“‘Lowlights’ è un ossimoro”). Questo approccio meticoloso sottolinea anche i suoi look più avventurosi (rosso vellutato per Opium di Sophie Dahl nel 2000, bionda bianca per lo show di primavera 2013 di Marc Jacobs), infondendoli con tanta profondità e lucentezza da sembrare, per un momento, credibili. Foley è persino riuscito a creare le più evidenti sfumature di colore – le radici cresciute – sembrano intenzionali, creando l’effetto ombré nei primi anni 2000. “L’ho chiamato ‘i Caraibi’. Sembreresti che hai passato tre mesi al sole “, dice. “Lo facevo per Erin Wasson e Charlotte Ronson, sono così fuori tempo, ma sono orgoglioso che si sia diffuso a macchia d’olio.”

È la sua capacità di rendere il colore scioccante adatto che ha modelli (Kate Moss), celebrità (Rihanna), dei capelli (Orlando Pita, Guido), e designer che chiamano Foley per la sua visione. “La maggior parte delle volte, parrucchieri e designer mi danno la loro ‘torta idea'”, dice, “e ho messo la ciliegina sulla torta”.

Piccoli cambiamenti, grande impatto

Non devi andare punk per avere un nuovo colore di capelli eccitante. “Il più piccolo cambiamento può fare un mondo di differenza”, dice Foley. Per creare una bionda più radiosa, ad esempio, a volte diventa un po ‘più scuro sulla base e aggiunge “ombre” e luci. “Il risultato ha un aspetto generale più luminoso”, afferma, anche se è tecnicamente più profonda della tonalità originale del cliente. E il suo trucco per le luci perfettamente naturali? “Il minimo contrasto”, dice Foley. “I pezzi sembrano solo punti salienti a causa delle ombre accanto a loro.”

Foto di Alex Cayley

Guarda anche

  • Dermatologo Roy G. Geronemus

  • Stilista Oscar de la Renta

  • Hairstylist Christiaan

  • M.A.C Cosmetici

  • Nail Artist Sophy Robson

  • Fondatori di SoulCycle, Julie Rice ed Elizabeth Cutler

Loading...