Sono dipendente dalla tintura dei miei capelli? Confessioni di un Blondorexic

Quando ti piace tingere i capelli davvero biondi, c’è una vocina nella parte posteriore della tua testa – o meglio, nelle profondità delle tue radici – che grida “Non uccidermi!” Non voglio che i miei capelli cadano, quindi faccio la domanda che nessuna bionda vuole chiedersi: quando è ora di smettere di sbiancare? E se questa non è un’opzione, come posso prevenire la rottura?

Quando mi è stata assegnata questa storia, mi sono chiesto, è una specie di segno? Sono stato un biondo platino a pieno titolo per alcuni anni, e le mie estremità un tempo solo un po ‘frastagliate (odio l’aspetto dei capelli appena tagliati) stanno ufficialmente iniziando ad attraversare il territorio trasandato, per non parlare del danno intorno all’attaccatura dei capelli. Ho scelto di riferirmi alla rottura con eufemismi come “ciuffi” per ingannarmi nel pensare che sarà OK, ma siamo onesti qui: sono ottimista per un errore. I termini eleganti sono sobri per descrivere i pezzi di capelli fortemente alterati che si sono sbriciolati sotto il peso della candeggina. E ora? Non ho intenzione di tornare alle mie radici sporco-bionda in qualsiasi momento presto, quindi ho consultato i professionisti.

Innanzitutto, è necessario notare che ho un disturbo autodiagnosticato, confermato da esperti di bellezza. L’ho chiamato “dismorfia dei capelli” per anni, ma la bionorexia è un altro termine frequentemente usato. È come la dismorfia corporea, ma la materia che vedo distorta è il colore dei miei capelli. Quando ho iniziato a fare ricerche sull’argomento, ho capito che la mia storia è comune. Si inizia con una bionda naturale che, ad un certo punto durante la sua adolescenza, ottiene punti salienti per nascondere il fatto che i suoi capelli si stanno scurendo. Da lì, è un circolo vizioso, perché il primo lavoro di tintura per la maggior parte delle bionde che non conoscono meglio è traumaticamente cattivo. Il mio era disastroso. Quando avevo 13 anni, dopo aver realizzato che il Sun-In e il succo di limone non funzionavano, ho guardato il corridoio di colore dei capelli della farmacia. Dopo un’attenta considerazione, ho scelto una scatola che mostrava una bionda fresca sul davanti, ma mi ha reso i capelli arancioni. Sono tornato subito al negozio per comprare un’altra scatola (secondo il consiglio di mia madre – ha usato a casa i suoi capelli marroni per tutta la vita e sembra incredibile), ma questo ha reso ancora più grave. Quello fu il momento in cui iniziò la mia dismorfia dei capelli. Un decennio più tardi, vivendo a New York come direttore di bellezza, ho quasi messo a riposo il problema con l’aiuto di brillanti coloristi, ma anche così, non sono sempre consapevole che i miei capelli sono praticamente bianchi. Voglio dire, so che è molto biondo perché in alcune foto è così luminoso che rende difficile mettere a fuoco la fotocamera. In altre immagini, tuttavia, vedo tracce di giallo e arancione che mi riportano a quel basso di 13 anni.

kristie dash bionda

Mentre parlo per la prima volta con la mia terapista (colorista) Aura Friedman, la cui clientela al salone di Sally Hershberger Downtown comprende Sky Ferreira e Abigail Breslin (e quasi tutti i direttori di bellezza della città), mi assicura che sono non sono solo “In realtà è abbastanza normale, succede anche con le teste rosse, e con tutti i tipi di bionde, non solo platino”, dice. I coloristi sono in una posizione difficile quando hanno a che fare con persone con “dismorfismi dei capelli”, sono i cattivi. Le persone da incolpare. “Devo fare un sacco di cose per cercare di spiegare alla gente, ‘Se ti sbianca di più i capelli, non avrai capelli”, dice Friedman. A proposito di colpa, Dana Ionato, un’altra colorista e esperta bionda del salone, pensa che i social media abbiano peggiorato le cose. L’uso dei filtri può creare confusione, soprattutto quando ti concentri sull’effetto che hanno sulla pelle. Per questo motivo, Ionato dice “non puoi venire da me e ritenermi responsabile di ogni foto”. Anche io so che è vero, e ti sto guardando, Valencia.

La soluzione di Friedman non è sempre ben accolta. “Ho dei sogni d’ansia per questo: dopo aver finito il colore, le persone saranno come, ‘Puoi aggiungere altri punti salienti?’ Ma non puoi vedere quanto sia brillante la bionda accanto a una solida base di bionde: se aggiungo luci basse, la tua bionda sembrerà più luminosa “, dice. Ma il fatto è che le “luci basse” non sono parole amiche della bionorossia. Vuoi scurire i miei capelli quando sto cercando di essere persino inebriante? No grazie. Questo è il motivo per cui molti con “dismorfismi dei capelli”, come me, sono totalmente di platino.

Quando ho fatto il passaggio da una serie completa di momenti salienti a un doppio processo, ha reso le cose più facili, perché sapevo che non potevo ottenere molto stupore, considerando che la mia intera testa era sbiancata. Ma poi ho trovato un’altra cosa da sezionare: il tono. Avrei fatto (e continuerò a farlo) overdose con condizionatori viola per cancellare ogni segno di eleganza, al punto che in un punto ho effettivamente tinto i miei capelli color lavanda e poi grigio.

kristie dash platinum blonde

In effetti, quando ero argento, ero sollevato da ogni sintomo di bionorexia, ed è per questo che sono desideroso di età per rivelare il mio naturale grigio. Se non sei ancora pronto per quella fase, tuttavia, Friedman nota l’importanza di praticare la moderazione. “Se si abusano dei condizionatori viola, si ottiene un aspetto piatto e la luminosità si perde. C’è un buon equilibrio, ma se si mette un tono grigiastro su tutto, comincia a sembrare noioso”, dice. I suoi consigli nella categoria, che adoro e utilizzo: Davines Alchemic Conditioner Silver e Christophe Robin Shade Variation Care in Baby Blond. Sono estremamente idratanti, che è la qualità più importante in un trattamento di capelli a casa per evitare la rottura. (Altrettanto importanti sono i prodotti che rafforzano i legami, come B3, il marchio con cui lavora Friedman, e Olaplex, un altro editor preferito.) Usa i prodotti viola scuro con parsimonia a meno che tu non voglia i capelli superlash, come faccio io.

Per quanto riguarda la domanda “Mi sto colorando troppo i capelli?” Ionato spiega che è difficile rispondere. Tecnicamente, con le bionde, il suo problema è che i clienti non vengono abbastanza spesso. Confondendo, lo so, ma stai con me: “Finisci per lavorare i capelli quando hai più radici, con un doppio processo, se il colorista deve fare di più in una sola seduta, c’è più margine di errore”, dice Ionato . Qui, errore significa applicare la nuova candeggina oltre le radici sull’area già sbiancata. “Devi prendere più tempo, in questo caso, che facciamo”, dice. Andremo avanti e dirlo: ecco perché è importante investire in un buon colorista. Friedman fa eco a questa affermazione: “Il colorista deve essere forte in questa situazione e dire: ‘Non puoi farlo, non sarai in grado di vedere quanto sono luminosi e chiari i tuoi capelli perché non sarà lì'”. dice. Duro ma piacevolmente onesto. E nota anche che se stai chiedendo al tuo colorista di ridefinire i tuoi fini, non è una grande idea, e un buon colorista non dovrebbe farlo – questo è solo buonsenso.

Per essere precisi, come fai a sapere quando raggiungere il freno di emergenza? Friedman dice come è: “Saprai quando i tuoi capelli si staccano”. Non sta scherzando. “Avrai sempre una frattura nei capelli, non importa quale sia che tu sia bionda o di un altro colore, ma quando sarà indebolita dalla candeggina, si romperà ancora più facilmente”, dice. I punti più comuni per la rottura sono intorno all’attaccatura dei capelli (i miei ciuffi!) E alle estremità, a causa del fatto che sono le due macchie che si riscaldano di più. I miei anni formativi come ballerino mi hanno dato un attaccamento malsano ai miei capelli superlunghi, ma questo è il motivo per cui è importante ottenere finiture regolari. Cioè, a meno che tu non voglia che i tuoi fini si dividano letteralmente in una pettinatura diversa, dice Ionato. “Se i tuoi capelli erano lunghi e pieni ma ora è un bob e non lo hai tagliato nell’anno, dovresti smettere di colorarlo”.

Oltre alla rottura, Ionato dice che se hai completamente esagerato, noterai che la trama dei tuoi capelli cambierà. Normalmente i capelli mossi o ricci sembreranno floscia e anche la porosità cambierà. “Se vai sotto la doccia e ti accorgi che i tuoi capelli non si bagnano davvero sott’acqua, e poi quando fai lo shampoo, non si schiumerà veramente, i tuoi capelli saranno danneggiati”, dice Ionato. Per ripararlo, devi fare una vera pausa da tutto, senza barare. Ciò significa niente colore, niente stile di calore e una tonnellata di topknots imbevuti di olio di cocco. “Dopo tre mesi, sarai di nuovo in pista per il lungo periodo.”

Per quanto mi riguarda, i tre mesi di disintossicazione sembrano fattibili, anche se snervanti. Se vedo una traccia di calore, cercherò di non soffermarmi. Probabilmente la prossima volta colpirò la bottiglia tonificante, ma, dopo tutto, Blake Lively e Gigi Hadid sono bionde dorate, quindi sto imparando l’accettazione.

Buzzfeed’s 18 Stunning Facts About Blonds

Loading...