Le scelte dei capelli di Beyoncé mi hanno mostrato tutte le possibilità per i capelli neri

Una tomba piena di pensieri ed emozioni mi viene in mente quando penso a Beyoncé e all’impatto che ha avuto sulla mia vita. Ho solo 26 anni, ma nei miei primi anni c’è solo un sacco di tempo in cui lei non esisteva nel mio spirito del tempo. Da “No, No, No” a “Formazione” Io, come molti, ho sentito una connessione personale e dignitosa all’evoluzione di Beyoncé. Anche se è taciturno come lo è sulla maggior parte degli aspetti della sua vita, non riesco a scuotere l’idea che in qualche modo, conosco questa persona, ed è stata appositamente messa su questa terra per avere un qualche scopo nella mia vita. Drammatico, lo so, ma questa è una cultura normale per te.

L’ossessione è reale. All’università, non importa quanto formale o casuale l’uscita, eseguivo la coreografia di “Get Me Bodied (Extended Mix)” nella sua interezza ogni volta che la canzone veniva pubblicata. Sì. Tutti i sei minuti e diciannove secondi. Ho ancora tutte quelle mosse in blocco. Tutte le voci di accompagnamento, tutte le piste, tutte le armonie. Ho visto Beyoncé due volte in concerto, per il tour di On the Run e per il tour mondiale di Formation. Sembra sinceramente che entrambe queste esperienze fossero una resa spirituale. D’altra parte, visto che sono diventato più grande, mi sono reso conto di quanto possa essere una figura polarizzante, specialmente nella comunità nera. Alcune critiche sono valide, ma la maggior parte di esse finiscono per guardare lateralmente.

MTV's
KMazur

Al di là della musica e della performance, Beyoncé mi ha ispirato attraverso la bellezza e l’estetica. Per me, si erge tra i grandi del Rolodex di bellezza nera. Beyoncé ha segnato un’era di scelte – scelte non apologetiche – quando si trattava di capelli neri, che includevano parrucche, trecce viziose e ricci, capelli lisci e lunghi fino al pavimento, color miele, platino e biondo. Nel corso della sua carriera, ha presentato uno spettro di possibilità per i capelli neri, per le ragazze naturali (come me) e per le ragazze che manipolano chimicamente i loro capelli. Quella bionda da miele, quasi al soffitto, che sfoggiava nel video “Work It Out”? Obiettivi. Mi sono tinto i capelli dello stesso identico colore quando sono grossa all’inizio del 2014. Noterò anche che le sue trecce di perline alla Stevie Wonder “Più caldo di luglio” sono state una delle preferite di recente. Attraverso le sue scelte stilistiche, sul palcoscenico e fuori, Beyoncé ha rispecchiato la versatilità dei capelli neri.

Getty Images

SGranitz

Ma oltre all’estetica, i capelli implicano anche la politica. I capelli sono un aspetto importante della vita di molte donne e ragazze nere in tutto il mondo. Ci aiuta a definire noi stessi nonostante il modo spesso stretto in cui la società cerca di categorizzarci. Molte ragazze marroni alla fine finiscono per camminare su una corda tesa socioculturale tra gli ideali di bellezza della cultura dominante e gli ideali culturali, le paure, le aspettative e le visioni distorte interiorizzate dei nostri nodi, bobine e riccioli. Solo il fatto che abbiamo stabilito un sistema di classificazione alfanumerica che posiziona la trama meno riccia dei capelli come 1A. Sì, leggi: 1A aka “bei capelli”. Disimballando “Becky con i bei capelli”, la linea dall’allume “Lemonade” di Bey che catturava l’immaginazione di chi non conosceva il termine, è complicata, ma è uno di quei luoghi che Bey tira indietro la tenda e ti invita ad affrontare questa dura realtà.

“Hair Texturism” va spesso di pari passo con il colorismo nella cultura nera. Gli effetti di secoli di condizionamento confezionati in una lirica di cinque parole; questa lirica è diventata un eufemismo culturale americano. È qui che Bey coinvolge la gente nera e la nostra politica sul pannolino rispetto ai “bei capelli”. Nei suoi stessi cambi di capelli e scelte, Bey dimostra che tutti delle trame può essere bella.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

Mia madre ha sempre insistito sul fatto che tutti i capelli sono intrinsecamente buoni; è la percezione di chi lo indossa che lo rende buono o cattivo. Naturalmente, ha detto questo mentre si rilassava e si asciugava i capelli dritti (su mia richiesta). Ma sembra una vita da quando ho avuto la mia ultima sessione di relax per tutto il giorno, condizionamento profondo, taglio, asciugatura e flatiron. Il mio primo grande chop (in terza elementare) è stato il risultato del danno causato dalla combinazione di relaxer e nuoto quotidiano. La seconda volta, comunque, il grosso colpo si insinuò su di me. Qualcosa si è trasformato tra il primo e il secondo semestre del mio ultimo anno di college. Mi resi conto che stavo partecipando a una cancellazione rituale dei miei nodi e delle mie bobine quando non dovevo nemmeno farlo! Quello che avevo interiorizzato per quanto riguarda i miei capelli è stato annullato dalla Queen Bey. Da questa base di nodi, ho avuto una miriade di scelte a mia disposizione, attraverso parrucche, pezzi e trecce. Potrei indossare i miei capelli ricci, ondulati, diritti; marrone, rosso, biondo, viola; corto, medio, lungo e qualsiasi combinazione di questi. Mi sono reso conto che ciò che avevo apprezzato anche per i capelli erano i modi in cui Beyoncé celebrava e dimostrava tutte le possibilità disponibili nella cultura afroamericana, comprese quelle che sono state ritenute politiche.

La mia esperienza con l’uso di un afro è intrinsecamente quella – in breve, ho scelto di fare un grande taglio perché ero stufo di danneggiare i miei capelli per conformarmi agli standard di bellezza bianchi. Indossare i miei capelli naturali è stato incredibilmente liberatorio. Indossare un grande afro pieno di spirali strette e cavatappi è diventato una parte così grande della mia identità, e intendo che sia la prima cosa che la gente nota quando mi vedono, mentre faccio tutto ciò che è in mio potere per raccoglierlo e tirarlo fuori al cielo Hair invia un messaggio e penso che il messaggio che Beyoncé manda a donne e ragazze di colore in tutto il mondo sia che attraverso i nostri capelli, attraverso la bellezza nera, le possibilità siano infinite. Ho adottato quella mentalità e da allora non ho più guardato indietro.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

Beyoncé è stata spesso criticata, tuttavia, per la sua scelta di indossare parrucche e trame che non corrispondono alla sua naturale consistenza, ed è stata anche accusata di mantenere gli standard di bellezza eurocentrici scegliendo di mantenere i capelli di un colore biondo per la maggior parte della sua carriera . In un recente sit-down per il primo episodio di “Never Before” per Lenny Letter, Tina Knowles (alias la mamma di Beyoncé, alias Miss Tina) ha discusso della politica dei capelli con l’ospite Janet Mock. Mama Tina possedeva saloni in passato ed era responsabile per molti dei precedenti look di Destiny’s Child. “I miei bambini indossavano le trecce quando erano più giovani”, ha detto. “Li indossavano per diversi motivi, uno era che pensavo che fossero belli e provocava un senso di orgoglio, e anche perché è stato facile, sai, perché non dovevo pettinarmi i capelli per giorni. “Parlò come una vera madre nera, poi proseguì con alcune delle affermazioni che ruotavano attorno ai capelli di Beyoncé e mettevano in discussione la sua oscurità “Ho letto alcune cose in cui le persone sono come,” Oh Beyoncé vuole essere bianco perché ha riflessi biondi nella sua testa, ma è ridicolo, è una donna nera molto orgogliosa, ed è solo una cosa estetica, è come il trucco, il colore dei capelli è come il trucco e Se appari meglio in qualcosa, allora dovresti apparire al meglio. “

Spettacolo a orario ridotto Pepsi Super Bowl 50
Thearon W. Henderson / Getty Images

Il Super Bowl 50 rimane una delle rappresentazioni più iconiche e simboliche della carriera di Beyoncé. Mentre lei decideva di indossare i suoi capelli in onde bionde scioccate e prese in giro, l’intera sezione “Formazione” era un riferimento diretto al movimento della Pantera Nera, dalla formazione letterale “X” in cui erano collocati i ballerini, al loro basco. adornato Afros. La performance ha esposto il mondo alla varietà di toni trame che è nero bellezza americana – questo include la scelta di Beyoncé di indossare i capelli in uno stile lungo, biondo miele e ondulato. Dopo tutto, alcune persone di colore in realtà hanno i capelli in quel modo. La performance ha abbracciato la moltitudine della bellezza nera. Nella mia famiglia, troverai persone leggere come alabastro con lentiggini e persone con tonalità della pelle di ebano scuro e profondo. Noterai anche la varietà delle trame dei capelli attraverso le generazioni della famiglia Bey, dalla signora Deréon (la mamma di Tina) a Blue Ivy Carter.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

Sembra quasi impossibile tentare di riassumere eloquentemente tutto l’amore e l’ammirazione che ho per la nostra pop-queen, ma spero che sappia quanto ci ha fornito oltre la musica. Riguarda l’amore nero, l’amor proprio, gli sguardi, i vestiti, la politica, la carità, più vestiti, la maternità, la rappresentazione, le parrucche, le parrucche strappanti e una pletora di altri contributi culturali. La mia stan card è per la vita. E poi qualche.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram


Altro su Queen Bey:

  • Ho rotto con un ragazzo perché odia Beyoncé
  • L’evoluzione dello stile maternità di Beyoncé
  • Le trecce di Beyoncé sono tornate e nessuno di noi è degno

Beyoncé si sveglia davvero così:

Loading...