La tendenza della sirena ha un significato speciale per molte donne transessuali

Beauty Beyond Binaries è una nuova rubrica bisettimanale sull’intersezione tra bellezza e identità su allure.com dello scrittore, conduttore televisivo e attivista Janet Mock.

Non inseguo le tendenze di bellezza. In effetti, ho mantenuto la stessa routine di trucco per quasi un decennio. Può sembrare una bestemmia che viene da un giornalista per la bibbia della bellezza, ma so solo cosa funziona per me. Highlight Bronzer, ombretto dorato e zigomo; una mano di gloss beige-rosa di Jay Manuel; e alcune mani di mascara. Fatto!

Così, quando il mio caro amico Thanh mi ha mandato un selfie del suo nuovo vivace color viola, mi ha preso quasi tutto da parte per non rispondere con un emoji eye roll. “Ti sembro un Frappuccino unicorno?” Scrisse con una dozzina di punti interrogativi, riferendosi alla nuova bevanda super zuccherata di Starbucks. Con vortici di blu che si tingono di rosa in subbuglio, la trappola pastello sognante incendia Instagram, scintillante nail art, lavori di tintura e meme a bizzeffe.

“Stai vivendo il tuo sogno da adolescente”, ho risposto a sostegno.

Thanh ha sempre seguito e sperimentato le tendenze. È una mamma casalinga di 30 anni che ama la fantasia e la fantasia e tutto ciò che è mitico. La sua predilezione per l’estetica a rischio è ciò che inizialmente mi ha sopportato. Ma Thanh non è l’unica donna nella mia vita – o feed – che trasmette magiche e mitiche tendenze di bellezza. Uno sguardo su Instagram mi riporta alla fine degli anni ’80 e all’inizio degli anni ’90. Sono inondato ogni giorno da omaggi di bellezza a sirene e unicorni, materiale scolastico di Lisa Frank, La storia infinita, e, naturalmente, l’eroina Disney Ariel.

Avevo sei anni quando La Sirenetta è stato rilasciato nel 1989 ed è stato immediatamente colpito dal protagonista della sirena dalla coda fiammeggiante e dalla voce melodica. Mi ha parlato a livelli più profondi del regno oceanico di suo padre. La principessa subacquea era affascinata dalla vita sulla terra unita ad una cotta per un principe umano. Il suo unico desiderio era di scambiare la sua mitica coda per due gambe – un desiderio di essere come gli altri, per essere visto come solo un’altra ragazza.

Come Ariel, mi è stato detto che non ero una ragazza reale a causa del mio corpo, e questa lotta comune per essere vista come normale, a cui appartengo, ha legato il mio io trans femminile al sé di sirena di Ariel. Inoltre, non mi ha fatto male che l’eroina della mia infanzia fosse meravigliosa – l’epitome della femminilità – nonostante faticasse a esistere in una forma non tradizionale.

Alla fine, contro ogni previsione e compromesso problematico (tradisce la sua voce per un tiro alla normalità con un uomo), Ariel vive il suo sogno e la riceve felice e contente.

Avanti veloce un paio di decenni. Anch’io vivo il mio sogno come una donna cresciuta, auto-realizzata – una che si ritrova a scorrere su Instagram chiedendosi come e perché le sirene sono diventate di nuovo una cosa. È questa ultima mania per tutte le cose mitiche solo un altro esempio di trans ragazze che stabiliscono un’altra feroce tendenza di bellezza?

Molto prima che Amiyah Scott suonasse Cotton, la figlia di go-go-dance della regina Latifah sul dramma musicale della FOX Stella, è stata una sensazione online con milioni (me compreso!) al passo con le sue esperte abilità di capelli e trucco fai da te.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

“Ho imparato attraverso prove ed errori e pratica, e credimi, non è iniziato alla grande,” mi ha detto Amiyah durante una conversazione per il mio nuovo podcast, “Never Before” (l’episodio di Amiyah in anteprima il 20 giugno). L’intreccio autodidatta e il wigologist sono migliorati e, alla fine, ricreano sguardi dai nostri reciproci favori Disney.

“Io amo davvero The Sirenetta e in particolare si riferiscono ad Ariel in particolare “, mi ha detto. “La sua famiglia pensava di avere tutto ciò che voleva o che avrebbe dovuto essere soddisfatta, ma voleva di più. Voleva qualcosa di diverso. E lei era disposta a fare tutto il necessario per farlo accadere “.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

Quando chiedo se c’era qualcosa nel corpo di Ariel che le parlava come transessuale, in particolare, Amiyah, che si identifica come “l’unicorno con un corno invisibile” nella sua biografia su Instagram, ha detto: “Certo! Con le sirene, il fondo è un po ‘come un ignoto e mi piace. Amo quanto sono belli e magici. “

Amiyah non è il solo a sottolineare il simbolismo della coda della sirena per le esperienze di molte ragazze trans in cerca di conforto e contentezza con e nel suo corpo.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

La giovanissima attivista e YouTuber Jazz Jennings ha espresso il suo amore per le sirene sin dalla sua prima apparizione televisiva con Barbara Walters nel 2007. Ora disegna la sua coda di sirena in silicone per raccogliere fondi per la sua fondazione, TransKids Purple Rainbow. La sua mascotte è, ovviamente, una sirena viola, che fa eco all’organizzazione caritatevole britannica, Sirene, che offre sostegno ai giovani trans e di genere non conformista.

Isis King, protagonista del successo del modello trans di Oxygen Pavoneggiarsi che per primo entrò in risonanza nel 2008 quando divenne la prima donna trans a competere Next Top Model americano, mi ha detto che il suo legame con le sirene è così forte che crede di essere stata una sirena.

“Mi sento come in una vita inspiegabile in passato ero una sirena che nuotava le acque alla ricerca di cose lucenti da trasformare in pettorali e reggiseni”, mi ha scritto Isis. “Molti sono scioccati e terrorizzati dalla loro presenza e bellezza, ma sono innegabili. Sembrano vivere una vita solitaria con la quale mi identifico. L’individualità, la libertà, la forza e la bellezza delle sirene mi hanno sempre intrigato “.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

Sarebbe semplicistico affermare che tutte le ragazze trans si vedono nelle sirene, o che tutte le ragazze trans sono a disagio con le loro metà inferiori, o anche che tutte le ragazze trans hanno un fascino più profondo con le sirene, come Koa Beck ha cercato di disfare nel 2011 intervistando terapisti e medici che lavorano con giovani trans. Come la maggior parte dei bambini esistenti nel genere binario occidentale, siamo tutti sottoposti alle stesse rigide linee guida che abbonano il genere a tutto, dai colori e pettinature agli hobby e ai comportamenti.

Per molte ragazze e femmes identificate in modo binario, Ariel e l’estetica della sirena sono accattivanti e attraenti: i capelli lunghi, fluenti o con una struttura a rape; pelle luminescente, dall’aspetto bagnato; e una tavolozza iridescente di rosa, viola e acqua. Ma ci sono anche punti di risonanza più oscuri che vanno molto più in profondità della scintilla per ragazze e donne trans, in particolare.

Come le sirene, le donne trans sono accusate ingiustamente di sedurre gli uomini, il che è uno dei motivi principali per cui le uccisioni di donne trans di colore sono in gran parte lasciate irrisolte e sottovalutate (basta leggere la potente inchiesta di Meredith Talusman, “Unerased”). Come le sirene, le donne trans sono viste come mezze donne, l’altra metà. Come le sirene, le donne trans si cimentano con la inquietante curiosità delle persone con i loro genitali. E come le sirene, siamo affascinanti, belli e magici.

Così tante cose che ci piacciono, dal cibo all’arte e alla cultura popolare, possono anche essere evasione, permettendoci di prendere una pausa dai nostri tempi politici cupi, caotici e incerti. La bellezza non è diversa. Ha perfettamente senso perché la nostra cultura abbia raggiunto il picco della pazzia delle creature mitiche: così tanti di noi vogliono sfuggire alla realtà e credere nella magia.

Ma essere in grado di girare la testa e fuggire ha un accesso e un privilegio grandiosi, qualcosa che molte donne trans, specialmente quelle provenienti da comunità a basso reddito e / o persone di colore, non ne traggono beneficio. Quindi resistiamo cercando gioia e bellezza. È uno strumento che le donne trans nella mia vita, e quelle che ho ammirato da tempo, da Octavia St. Laurent a Marsha P. Johnson e molte delle mie sorelle che combattono oggi, hanno usato nel loro kit di sopravvivenza.

Mentre molti si stanno appena svegliando e si uniscono alla resistenza, le donne trans sono sempre state ai margini, resistendo e sopravvivendo e che uccide nell’ombra. E in questi tumultuosi tempi politici, in cui molti desiderano qualcosa di incredibile come sirene e unicorni, io ridacchio un po ‘perché so che tra di noi tutti sono migliaia di rare e uniche belle donne che conferiscono magia nella loro semplice esistenza.

Maggiori informazioni su Beauty Beyond Binaries:

  • Bonding Over Makeup mi ha dato fiducia in una Trans Girl di 13 anni

Guarda come questo modello analizza la differenza tra sesso e genere:

Loading...