Come i tatuaggi per capezzoli post mastectomia 3D aiutano i superstiti del cancro al seno

L’autostima di Irena ha preso una piega dopo la sua doppia mastectomia. Non era perché non era sana, o anche perché non aveva più il seno – ha avuto una ricostruzione del seno non molto tempo dopo la procedura. Ma lei era senza capezzoli, e arrivò a lei. “Ero depresso”, dice Allure. “Non potevo guardare [nello] specchio e cambiare i vestiti, nemmeno in una piscina. Mi sentivo molto a disagio se qualcuno vedeva che non avevo i capezzoli, solo il seno. “

La CNN ha riferito lo scorso anno di uno studio pubblicato nel 2006 Annali di chirurgia ciò dimostra che il tasso di mastectomie doppie (a.k.a) bilaterali è triplicato nei 10 anni tra il 2002 e il 2012. Non tutti scelgono di ricostruire il seno dopo una mastectomia – è una questione di preferenze individuali – ma molti lo fanno. E, come Irena, vengono spesso lasciati senza capezzoli. Quell’assenza può prendere persone che hanno già attraversato così tanto l’ennesima montagna russa emotiva.

Le buone notizie? Per coloro che vogliono l’aspetto dei capezzoli (di nuovo, è una scelta personale), ci sono opzioni. C’è la ricostruzione chirurgica. Ci sono protesi capezzoli. E poi ci sono i tatuaggi 3D a capezzolo e areola, che possono essere eseguiti da un medico o da un tatuatore.

“Ero depresso, non potevo guardarmi allo specchio e cambiare i vestiti,
anche in piscina. “

Irena è andata con quest’ultimo e ha subito la procedura nel 2015 al Beau Institute del New Jersey, un istituto cosmetico permanente specializzato in tecniche avanzate di correzione cosmetica.

Beau Institute offre tutti i tipi di cosmetici permanenti, ma i tatuaggi a capezzolo e areola sono qualcosa di cui la fondatrice, Rose Marie Beauchemin, si sente particolarmente appassionata. Questo 24 ottobre, Beau Institute terrà il suo settimo “Day of Hope” annuale, durante il quale fornirà a chi ha subito mastectomia un tatuaggio 3D con capezzoli in omaggio e areola. In genere, Beau Institute addebita $ 350 per areola per i tatuaggi. Mentre alcuni piani di assicurazione coprono i tatuaggi capezzoli e areola, in particolare quelli effettuati in un contesto medico, l’estensione della copertura varia da un piano all’altro.

Caricamento in corso

Vedi su Instagram

“Ho iniziato il Beau Day of Hope quando mi sono reso conto di quante donne ci sono fuori che non hanno mai seguito il tatuaggio dopo aver ricevuto una mastectomia”, racconta Beauchemin. Allure. “Il motivo era che avevano l’impressione che il loro completamento richiedesse un altro intervento chirurgico per il capezzolo, che sarebbe un trapianto di capezzolo.”

Molti di quelli che hanno avuto la mastectomia e la chirurgia ricostruttiva hanno anche passato la chemioterapia e le radiazioni, dice Beauchemin. Non sono disposti a sottoporsi ad un altro intervento chirurgico, anche se mancano di avere i capezzoli – Beauchemin dice che alcuni pazienti del Beau Institute hanno “condiviso che i loro mariti non li hanno visti svestiti da cinque a sette anni, o non si sono guardati in un specchio per diversi anni “- e non sanno che i tatuaggi 3D sono un’opzione.

Beauchemin usa anche il Giorno della Speranza per diffondere la parola ad altri praticanti, insegnando tatuaggio del capezzolo ad artisti e professionisti medici come parte della sua pratica. “Pensa a quante donne possiamo offrire offrendo questo completamento”, dice.

Beau Institute

Per quanto riguarda, esattamente, i tatuaggi a capezzoli 3D e areola? “Sono essenzialmente tatuaggi che usano le tecniche di shadowing per dare l’impressione di essere una struttura 3D”, dice Alexes Hazen, chirurgo plastico certificato dal consiglio di amministrazione del centro di chirurgia estetica della NYU Langone Health, e membro del consiglio di amministrazione della Fondazione AiRS. Allure. “Sono stati in giro per anni con tatuatori molto specializzati, ma sono più popolari ora, come i tatuaggi sono entrambi più popolari per ragioni mediche e cosmetiche”.

Hazen osserva che i tatuaggi sono un’opzione più semplice della ricostruzione del capezzolo, che “richiede punti di sutura e una guarigione più ampia e un maggior rischio di infezione”, dice. “Un tatuaggio è come un’abrasione e di solito è guarito in pochi giorni”.

Poi c’è il fatto che i tatuaggi da capezzolo non sporgono come veri capezzoli. “Un tatuaggio 3D dà l’illusione di un oggetto 3D, come un capezzolo, ma quando lo tocchi, è piatto”, dice Hazen. “Un capezzolo ricostruito è proprio questo e ha la sensazione e l’aspetto di un capezzolo, compreso l’aspetto tridimensionale.”

Questo non vuol dire che uno è migliore dell’altro, ma è certamente una considerazione. Per Irena, uno dei benefici dei suoi capezzoli piatti non sente la necessità di indossare un reggiseno. Come fa notare Beauchemin, i capezzoli creati chirurgicamente non si contraggono come quelli naturali, quindi li stanno sempre cercando. Certo, alcuni pazienti potrebbero non preoccuparsi di uno sguardo sporgente – ma molti si sentono “davvero impegnati a indossare qualcosa di abbastanza spesso per nascondere quel capezzolo”, dice Beauchemin, “e ho effettivamente avuto clienti che hanno avuto quel capezzolo ridotto perché mostra attraverso qualunque cosa.”

Per quanto riguarda i tatuaggi, solo perché non sporgono non significa che non lo facciano Guarda come loro “Ciò che rende 3D è qualcosa chiamato contrasto simultaneo, che è semplicemente luce contro il buio”, dice Beauchemin. “Quindi se inizi la luce al centro, e poi una piccola area di oscurità, e poi una piccola area di luce ancora una volta in un movimento circolare o ovulare, e poi di nuovo scuro per l’areola, cosa otterrai è l’illusione della protrusione “.

Beau Institute

A parte questo, Beauchemin dice che il processo per ottenerne uno è come ottenere qualsiasi altro tatuaggio, tranne che con i tatuaggi da capezzolo, i praticanti usano il pigmento invece dell’inchiostro. Dice che il pigmento è sterile e più sicuro, ma che svanisce nel tempo, quindi i pazienti hanno bisogno di effettuare ritocchi ogni tanto. L’intero processo, dice Beauchemin, richiede circa un’ora e mezza per due seni.

Quindi, chi può ottenere i tatuaggi? “La maggior parte dei pazienti potrebbe potenzialmente essere candidati per questa tecnica”, dice Hazen. “Gli unici problemi sono la qualità della pelle e se è stata danneggiata a causa di radiazioni o interventi chirurgici recenti. Ma in un paziente ben guarito, con una tecnica sterile, sono abbastanza sicuri. “Nota che le persone in genere aspettano da sei settimane a quattro mesi per guarire dalla ricostruzione del seno prima di ottenere i tatuaggi.

In alcuni stati, come il New Jersey (dove lavora Beauchemin), la legge richiede ai pazienti di ottenere l’autorizzazione medica dai loro medici prima che possano ottenere la procedura da un artista cosmetico. Ma anche se non è il caso in cui vivi, potrebbe essere una buona idea comunque ottenere il via libera dal tuo medico. “Non conosco questo caso dentro e fuori come fa il chirurgo”, dice Beauchemin. “Voglio sempre che la liquidazione [nel caso] ci fosse una complicazione di cui non sono a conoscenza.”

Per Beauchemin, la parte migliore di fornire i tatuaggi sono le reazioni dei pazienti. “Si avvicinano allo specchio ed è così emozionante”, dice. “Si sentono familiari, si sentono integri, si sentono fiduciosi, si sentono femminili – e questa è una bella cosa essere in grado di farne parte, essere in grado di ripristinarlo ed essere parte di … far sentire meglio una donna “.

“Si avvicinano allo specchio ed è così emozionante … Si sentono
familiari, si sentono interi, si sentono sicuri “

E per Irena, almeno, era proprio così. Dopo aver ottenuto i tatuaggi, passò rapidamente dal nascondersi i seni per mostrarli ogni volta che poteva. “Quando ho avuto i miei capezzoli indietro, ho avuto [il] desiderio di mostrare … tutti i miei amici”, dice. “Inizi a fiorire e vuoi mostrare a tutti.”


Leggi altre storie su cancro al seno, mastectomie e immagine di sé:

  • Storia della mastectomia: il coraggio del cancro al seno di una donna coraggiosa
  • Cicatrici coperte dalla sua doppia mastectomia preventiva con Wonder Woman Tattoo
  • Perché le persone trans e gender-non conformanti sono particolarmente a rischio di cancro al seno

Ora, ascolta la storia di questo sopravvissuto al cancro al seno sui suoi stessi capezzoli:

Non dimenticare di seguire Allure su Instagram e Twitter.

Loading...