Come avere un disturbo d’ansia ad alta funzionalità

I disturbi d’ansia sono tra le malattie mentali più diffuse negli Stati Uniti. L’Associazione d’Ansia e Depressione d’America riferisce che circa 40 milioni di adulti statunitensi si occupano di disturbi d’ansia ogni anno – ma solo il 37 percento di coloro che soffrono ricevono cure. Parte del problema è che c’è ancora molto stigma intorno a parlare e cercare aiuto per problemi di salute mentale.

Ovviamente non tutti sperimentano un disturbo d’ansia allo stesso modo. E molte persone possono essere incredibilmente ad alto funzionamento mentre stanno costantemente lottando all’interno. Sono una di quelle persone. A volte è difficile spiegare ai miei cari che posso sembrare che io li abbia insieme professionalmente mentre allo stesso tempo, le cose più semplici della mia vita personale possono farmi sentire terribilmente a disagio. Una parte enorme dello stigma abbattuto, però, è trovare le parole per descrivere le nostre esperienze. Qui ci sono sette cose che le persone ad alto funzionamento con ansia vogliono che i propri cari capiscano.

1. Siamo in grado di compartimentare.

Essere ad alto funzionamento con l’ansia può essere fonte di confusione per gli amici e le persone care. Potresti vederci godere di un successo professionale e può anche sembrare che abbiamo “tutto questo insieme”. Nelle nostre vite personali, le cose sono in genere molto più complicate. Trovo molto facile compartimentare quando si tratta del mio lavoro: quando mi siedo al mio computer, i miei sentimenti si spengono per lo più, e sono molto presente e pronto ad andare. Ma quando avrò finito per la giornata, potrei essere esausto, ansioso e completamente privo della spinta che mi ha aiutato a funzionare durante la giornata lavorativa. Questo può essere fonte di confusione per quelli senza ansia, ma questo non lo rende meno reale.

2. Annullare i piani non significa che non valutiamo le nostre relazioni.

Potremmo dire di sì ai piani con ogni intenzione di andare, ma quando l’evento si avvicina, sentitevi troppo sopraffatti per farlo. Non dare per scontato che non vogliamo vederti o che non valutiamo il tuo tempo: questo ha molto meno a che fare con le nostre relazioni con te che con ciò che sta accadendo internamente. A volte, sento che la mia ansia sarà così ovvia quando mostrerò qualcosa che lo renderà scomodo per tutti gli altri. Questo da solo mi porta a pensare che dovrei restare a casa. Indipendentemente dal fatto che le persone, in effetti, si sentano a disagio, la sensazione è ancora lì (e valida).

Può sembrare che le persone con ansia siano traballanti, o come se avessimo sempre l’energia per alcune cose ma non per altre. La verità è che mentre è facile per me lavorare o vedere alcuni amici molto intimi che capiscono la mia ansia, è molto più difficile mettermi in situazioni sociali sconosciute.

3. È importante che tu non punti all’ansia per spiegare tutti i nostri sentimenti.

Come gran parte di questa lista, questo vale per i tuoi rapporti con coloro che si occupano di qualsiasi tipo di ansia. Quando reagiamo a qualcosa in un certo modo o ti preoccupiamo, fa male se pensi che sia solo il nostro disturbo a parlare. Sì, l’ansia è lì e può intensificare le nostre emozioni, ma ciò non significa che non ci siano altri sentimenti alla base. Prenditi il ​​tempo per parlare con i tuoi amici e i tuoi cari e capire cosa sta succedendo prima di scrollare fuori qualcosa come “solo” un altro episodio ansioso.

Ansia
Getty Images

4. La nostra ansietà a volte può essere un mistero, anche se abbiamo vissuto con essa per anni.

A volte, possiamo sapere perché siamo ansiosi; altre volte, non possiamo. Quando qualcosa di specifico scatena la mia ansia, spesso so esattamente cosa sta succedendo. L’altro giorno, però, ho avuto una sensazione di terrore tutto il giorno: mi sembrava che qualcosa fosse seduto sul mio petto, sebbene non fosse successo nulla di straordinario. Non c’era nessun colpevole da individuare oltre al mio disturbo. Spesso è più difficile quando quella sensazione viene fuori dal nulla perché può sembrare una sorta di premonizione – come qualcosa di brutto è all’orizzonte, appena fuori dalla vista.

5. L’ansia non è razionale.

E intellettualmente, lo capiamo. Ma ciò non significa che l’ansia non sia difficile. Quando siamo ansiosi e ti confidiamo, non dirci che non è un grosso problema. Potrebbe sembrare che sottovalutare le cose sarebbe utile, ma invece, sembra che tu non stia prendendo sul serio le nostre esperienze – il che può allontanarci. È più utile ascoltare ciò che abbiamo da dire e ricordare che mentre le nostre emozioni possono sembrare sproporzionate, ciò non significa che non siano reali.

6. Lì siamo cose che puoi fare per aiutare.

Chiedere ciò di cui abbiamo bisogno è più utile di quanto tu sappia. Ci fa sapere che ti interessi, ma ci fa anche pensare a cosa potrebbe aiutarci nel momento della nostra ansia. L’ascolto attivo è ottimo e ci aiuta anche a stabilire tecniche di coping che potrebbero rendere le cose più facili in futuro. Avere un piano in atto in caso di un attacco di panico, ad esempio, potrebbe fare miracoli. Leggi cosa fare se tu o qualcuno che conosci sta vivendo un attacco di panico qui.

7. Ci possono essere più che ansia in gioco.

Disturbi d’ansia (come disturbo d’ansia generalizzato o GAD) spesso si verificano insieme ad altri problemi di salute mentale. La depressione e l’ansia, ad esempio, spesso vanno di pari passo. Mentre non tutti quelli che si occupano di ansia soffrono anche di depressione o di un altro disturbo di salute mentale, è importante considerare che qualcuno che ha a che fare con l’ansia potrebbe avere altre cose in corso, anche se non divulgare tutto a tutti voi in una volta.

Mentre tutti con ansia sono diversi e nessuna lista è adatta a tutti, questi sono buoni punti di partenza quando si tratta di relazionarsi con quelli nella tua vita che hanno un disturbo d’ansia. Chiedi loro quali sono le loro esperienze, come puoi aiutarle e cosa desiderano che la gente sappia della loro ansia. Potresti essere sorpreso da ciò che trovi.


Maggiori informazioni sulla salute mentale:

  • Come dire se stai avendo un attacco di panico
  • Non credevo che l’ipnosi potesse funzionare – fino a quando non ha cambiato la mia vita
  • PTSD: i sintomi, i trattamenti e gli effetti del disturbo da stress post-traumatico

Guida di 100 anni per vivere la tua vita migliore:

Segui Rosemary su Instagram e Twitter.

Loading...