Perché non dovresti usare un prodotto per la cura della pelle che punge o brucia – Come dire se il tuo prodotto per la cura della pelle è troppo duro

Ecco una frase che sento da ognuno dei miei amici mentre descrivono i loro prodotti per la cura della pelle: “Sì, mi piace! Voglio dire, è un pungiglione e un pizzico di formicolio, ma penso che sia in senso positivo? “E poi prontamente sono scoppiato in una palla infuocata dell’inferno, gridando” NOOOOOOOO “mentre sparisco nell’etere.

Perché da qualche parte lungo la cronologia delle persone che rinunciano ai dermatologi e che acquistano i propri prodotti per la pelle, è nato e accettato un equivoco, che un prodotto non è realmente “funzionante” a meno che non si senta che fa qualcosa per la pelle, cioè. formicolio, riscaldamento, bruciore, irrigidimento, bruciore, ecc.

Ma, divertente piccolo fatto, questa nozione è completamente, totalmente sbagliata al 100%. I tuoi prodotti per la cura della pelle non dovrebbero avere alcun senso. Niente attuale “Se provi una sensazione da qualsiasi cosa tu abbia appena applicato al tuo viso, significa che stai interrompendo la barriera della pelle”, dice Mona Gohara, MD, dermatologa alla Yale University.

Ecco dove i tuoi occhi si velano e inizi a sfiorare, ma non farlo. Perché so che l’idea di incasinare la tua “barriera della pelle” sembra clinica, confusa e facile da ignorare, ma è davvero la causa principale di quasi tutti i problemi della pelle che potresti avere, tra cui rughe, arrossamenti, protuberanze, acne e irritazione. Quindi, dannatamente importante, se ti importa della tua faccia.

Immagine

Stocksy

“La tua barriera cutanea agisce come un muro di mattoni e malta per la tua pelle, mantenendo l’umidità e le sostanze irritanti”, afferma il dott. Gohara. “Ma quando usi un prodotto troppo duro per la tua pelle, il muro diventa bucato e rotto, quindi tutta l’acqua evapora e ogni irritante entra in azione.” Il risultato? Un viso rugoso, rosso, irritato, scoppiato, secco, opaco, squamoso. Forse non tutti questi sintomi in una volta, ma lentamente e costantemente, la tua pelle diventerà più sensibile e reattiva nel tempo (anche se, per la tua verità, chi ha usato un prodotto a malapena dura per troppo tempo, alla fine era tutti questi sintomi in una sola volta).

“La gente pensa che qualcosa debba avere un ‘sentimento’ o non funziona, ma quello che senti è il segnale SOS della tua pelle che chiede aiuto”, dice il dott. Gohara. E quel segnale SOS è spesso innocuo come una sensazione tesa e stridula dopo aver lavato il viso, che in realtà è il sintomo caratteristico di una barriera cutanea incasinata. (Sorpresa!)

“È incredibile quante persone non si rendano conto che il loro bucato contiene gli stessi ingredienti utilizzati come saponette o sapone per le mani”, dice. “L’ingrediente principale di saponetta è il lauril solfato di sodio, un detergente molto aggressivo che toglie completamente la pelle dai suoi oli naturali e necessari, eppure tanti lavaggi facciali ce l’hanno.”

È così comune, infatti, che sono disposto a scommettere che persino il tuo pulitore di lusso, costoso e cult-cult ha SLS nella sua lista degli ingredienti. “Se lavi e asciughi il tuo viso e lo lasci in pace per 10 minuti, dovrebbe comunque sentirsi completamente paffuto e idratato, con zero oppressione, secchezza o lucentezza”, dice Gohara.

Se ci si sente, beh, come qualsiasi cosa (la pelle non dovrebbe avere una sensazione descrivibile quando la sposti, anche se hai la pelle naturalmente secca, come moi), quindi stai usando un detergente troppo duro, anche se non ha SLS in esso. Il mio detergente preferito per tutti i tipi di pelle, compresi quelli a tendenza acneica e ad olio, è il detergente idratante delicato Aquation, che ha totalmente cambiato il mio gioco di pelle.

Immagine

Per gentile concessione di Brand

Un altro grande distruttore della pelle: le maschere. Non ti preoccupare, non sto parlando delle tue amate maschere di foglio, ma piuttosto delle maschere di argilla e carbone che possono succhiare la vita dalla tua pelle. “Non sono contrario all’utilizzo di maschere screpolate se hai la pelle veramente grassa, dato che fanno un ottimo lavoro assorbendo l’olio in eccesso, ma sono assolutamente troppo dure per chiunque abbia la pelle secca o sensibile”, dice Gohara. E le maschere peel-off nere che vedi su Instagram? Dimenticalo. “Molti di loro si staccano dallo strato superiore della pelle, il che può essere davvero dannoso e in realtà non fa nulla per i tuoi punti neri”, dice.

Sono sicuro che ti senti personalmente attaccato in questo momento, quindi lascia che ti dica anche che il tuo sabotaggio della pelle non è totalmente colpa tua. Così molti dei prodotti che siamo cresciuti usando (guardandoti, lavaggi per il viso con l’acne) sono stati pubblicizzati come “formicolanti” e “rinfrescanti” e “energizzanti”, facendo credere a tutti che i buoni prodotti in realtà dovrebbero zap la pelle un po ‘. O, almeno, senti qualcosa.

In realtà, però, è tutto solo un effetto collaterale della pubblicità. “Fai attenzione a tutto ciò che promette di essere rinfrescante o piccante o energizzante o qualsiasi altra parola di moda”, afferma Dr Gohara. “Non solo le sensazioni di solito sono il risultato di ingredienti dannosi, ma potrebbero anche nascondere effetti collaterali reali a cui devi prestare attenzione, come il bruciore o il bruciore.” E, mentre ci sei, aggiunge, “stai attento di qualsiasi confezione che contiene agrumi, dal momento che tutto quello che c’è in quella bottiglia diventerà automaticamente troppo duro per la pelle di chiunque. “

Hai tutto questo? Buona. Se sei totalmente paralizzato in questo momento con la paura di spargere qualcosa sul tuo viso, non farlo impazzire. “Fintanto che presti attenzione a come si sente la tua pelle durante e dopo aver usato un prodotto un paio di volte, saprai cosa fa e cosa non funziona per te”, afferma il dott. Gohara.

Se vuoi essere fantastico, scremare le etichette sui tuoi prodotti e lanciare tutto ciò che contiene sodio lauril solfato, o usarlo come un gel per il lavaggio o la rasatura del corpo, poiché è solo un danno al tuo viso. E per favore, per amore di tutte le cose belle, trasmetti questo messaggio, così possiamo ufficialmente sradicare la frase “Um, è una specie di punture, ma forse in senso buono?” dall’esistenza.