Intervista a Natalie Portman sul gioco di Jackie Kennedy

Ricordo ancora l’odore del trucco di mia nonna. Passava due ore a mettersi in faccia ogni mattina, prima che lei potesse permettere a chiunque di vederla. Nonostante questa eredità, la mia prima esperienza di truccarsi non implicava davvero il trucco. Era per il mio primo film, Il professionale, e il truccatore non voleva usare molto prodotto su di me perché ero solo un bambino, quindi avrebbe mescolato il succo di barbabietola e l’acqua di rose e me lo avrebbe applicato sulle labbra e sulle guance.

Immagine

L’attrice, all’età di 12 anni, come Mathilda in Il professionale, 1994
Gaumont / album / Newscom

Ora, sono più una persona con un rossetto. Quando mi sono trasferito a Parigi due anni fa perché mio marito ha preso un lavoro all’Opéra Ballet di Parigi, ho scoperto che si trattava più di una città dai capelli rossi che altrove, così ho indossato il numero 999 di Dior, un grassetto, classico, rosso opaco. Ha tutta quella passione e quella seduzione che desideri da un rossetto rosso. Siamo tornati a Los Angeles quest’estate. Qui, ovviamente, è più giocoso e soleggiato, quindi gravito verso colori più chiari e chiari come il corallo e il rosa. Per il giorno, mi piace Dior’s Grège.

Il trucco mi fa sentire sicuro. Mi sento come se fossi messo insieme la mattina, tutto il resto lo segue e ho più controllo sulla mia giornata. Ma come madre lavoratrice, ho imparato a sentirmi a mio agio con l’imperfezione. Mantenere un equilibrio tra lavoro e vita privata è una sfida per tutti.

Personalmente, sto lontano dai social media perché quando hai già un sacco di attenzione su di te, la privacy diventa la cosa più preziosa e lussuosa, ed è bello mantenere quel piccolo angolo per me. L’idea di celebrità sta cambiando in questi giorni, ma penso che sia pericoloso pensare a te stesso come a un marchio anziché a una persona. Cerco di essere sincero con me stesso e spero che progetti un’immagine in modo che le persone possano capire chi sono da lontano.

“quando hai già molta attenzione su di te, la privacy diventa la cosa più preziosa e lussuosa.”

Recentemente ho interpretato Jackie Kennedy [in], che mi ha dato un’idea della sua vita. È stata criticata tanto per il suo stile- [quindi] il pubblico è diventato ossessionato dal suo stile. Ma lei non ha cercato di piegarsi alle richieste di nessuno. Aveva fiducia e divenne un’icona di stile, solo per essere se stessa.


Scelte del prodotto di Natalie

Immagine

Design di Betsy Farrell

1.“Sono vegano e cerco sempre di assicurarmi che i miei prodotti per la cura della pelle siano anch’essi. Mi piace usare questa crema idratante, che è vegana e biologica”.

2. “La truccatrice Stéphane Marais mi ha sempre detto che è importante applicare il mascara alle radici delle ciglia, per incorniciare l’occhio.”

3. “[Dior direttore creativo e immagine di bellezza] Peter Philips mi ha insegnato che puoi raddoppiare il rossetto come un rossore crema. La Grège, la mia ombra da addio, è perfetta per questo.”

4. “Uso questo shampoo ogni terzo, il sale dovrebbe essere buono per stimolare il cuoio capelluto e mi piace tutto ciò che riguarda un massaggio alla testa.”

1. Camomilla PAI Crema da giorno al rosa canina, $ 60. 2. DIOR Diorshow Mascara in Pro Black, $ 28. 3. DIOR Rouge Dior Lipstick in Grège 1947, $ 35. 4. CHRISTOPHE ROBIN Detergente purificante purificante al sale marino, $ 52.

Questo articolo appare nel numero di novembre di Marie Claire, in edicola, 18 novembre.

Loading...