Donne che colpiscono gli uomini

MI RICORDO LA PRIMA VOLTA CHE HO FATTO un pugno da una ragazza. È stato durante un combattimento in un angolo di New York City, su un argomento che ho dimenticato da tempo. Ma il pugno – lanciato mentre mi sporgevo per fare un punto, lanciato di riflesso, per rabbia incontrollata – rimase con me. Non mi ha fatto molto male, taggandomi appena sotto l’orecchio sinistro. Ma ha causato gravi danni.

Non ho risposto, pianto o urlo “Sei un mostro!” Ma la mia reazione non era probabilmente ciò che lei avrebbe potuto sperare. Non era: a) Deve essere davvero arrabbiata !, b) Come potrei essere stato così insensibile ?, o c) Che donna grintosa che ho !, ma, purtroppo, d) Questa cagna pazza. E il mattino dopo, il nostro futuro si era annebbiato.

Secondo un professore di Penn che studia queste cose, ogni americano ha circa il 28% di possibilità di essere colpito da una donna ad un certo punto della sua vita (nelle notizie collegate, il numero di ragazze dai 10 ai 17 arrestate per aggressione aggravata è raddoppiato negli ultimi 20 anni). Eppure nessuno sembra prendere sul serio il fenomeno. Forse perché gli uomini, in generale, sono più grandi e più forti, e pensiamo che ci sia un limite reale al danno fisico che le donne potrebbero effettivamente infliggere. Noi non immaginiamo questi tafferugli con nasi sanguinanti e occhi neri o un viaggio alla stazione di polizia. Inoltre, la cultura pop ha reso l’idea di una bella ragazza che caccia su un ragazzo una strampalata commedia – Angelina Jolie rompe bottiglie di vino sopra la testa di Brad Pitt in Sig. Signor Smith e Cameron Diaz che incassa Edward Burns in La vacanza sono stati entrambi interpretati per le risate. Ma la realtà di essere colpiti dalla tua ragazza non è così sexy o esilarante.

Un mio amico maschio, chiamiamolo Tom, è stato colpito più volte dal suo. “Saremmo entrati in questi combattimenti estenuanti”, mi dice. “Tipo, dalle 22:00 alle 6:00, dove nulla abbasserebbe il volume, tranne il sesso e il sonno, con lei tutto andava bene al mattino, ma ero turbato per giorni, sembrava davvero pensare che fosse sexy. mostrandomi lividi a forma di dito sulle sue braccia dove le avevo impedito di dondolarmi – e alzò un sopracciglio, fece un commento impertinente, ma rimasi pietrificato, stavo facendo cose come mettere i coltelli sullo scaffale più in alto. Per me, non è stato affatto divertente. ”

Ho raccolto storie simili da altri amici maschi, la maggior parte di loro ha detto imbarazzato, la maggior parte di loro ha suscitato la stessa domanda delle donne: “Bene, che cosa ha fatto?” Mentre sono tentato di capovolgere i sessi e poi vedere come gioca la domanda, devo ammettere che io, almeno, ero lontano da un innocente malconcio. In un caso, ho detto qualcosa di crudelmente sprezzante su un progetto a cui stava lavorando Ann (chiamiamola). Ero uno stronzo, mettendo giù le sue ambizioni. Ma il colpo era più di quanto meritassi. In un altro caso, ho detto che avevo davvero bisogno di lavorare questa notte, avevo bisogno di essere lasciato solo, e se Rachel (chiamiamola) non poteva rispettarlo, forse lei e io non avevamo ragione l’uno per l’altro. Dopo alcuni scambi sempre più arrabbiati, ho girato la testa e preso uno zoccolo nella regione facciale conosciuta come la cresta sovraorbitaria. Era una carta di esonero di prigione – il mio jerkdom era stato eclissato – ma ero anche diretto fuori dalla porta.

Forse è una cosa postfemminista. Vestirsi per uccidere, portare a casa la pancetta, prendere a calci nel posto di lavoro – la nascente alfa femminile potrebbe avere un lato oscuro, un’idea culturalmente favorita che sia più o meno giusto colpire il membro meno vulnerabile della relazione. “Ricordo [la mia ragazza] che parlava di aver colpito il suo ex”, ricorda Tom. “E lei sembrava quasi orgogliosa di ciò – parlando di come ha attinto sangue”.

Ma cosa, davvero, si sente per il ragazzo? In primo luogo, c’è lo shock del tradimento e una palpabile spinta a rispondere. In secondo luogo, c’è indignazione per la presunzione che ciò non accadrà. Tutto ciò viene percepito attraverso una nebbia di umiliazione per il fatto che, sì, sei stato colpito da una ragazza – e faceva male. “Non aveva quella sensazione gigantesca che una donna si sarebbe sentita colpire”, ricorda un altro amico maschio (chiamiamolo Bill), che ha anche preso alcuni colpi da una ex. “Sembrava che avrebbe dovuto sembrare divertente, ma non era affatto divertente, non avevo nessun contesto per capirlo, non riesco a pensare a nessuno che conoscessi con chi ne parlerei.”

L’esperienza tende a portare alcuni cambiamenti profondi alla relazione. “La seconda volta [mi ha colpito], ho iniziato a sentirmi minacciato da ciò che poteva potenzialmente fare”, dice Tom. “Non solo fisicamente ma emotivamente, ho iniziato a non fidarmi di lei.” Bill ha avuto una reazione simile. “E ‘stato sicuramente un punto di svolta, in cui ho sentito questa persona superata in un modo che mi è venuto attraverso visceralmente, che mi ha reso più arrabbiato con lei di quanto non sia mai stato a nessuno”.

So che ho avuto un ruolo nell’incrementare le cose al fisico. Come molti bravi ragazzi, ero scoraggiato dal mostrare forti emozioni a casa, le lezioni che sono stato convinto mi hanno aiutato a farmi schiaffeggiare. Se una ragazza fosse arrabbiata con me, invece di urlare di nuovo, farei ciò che ho scambiato per essere la cosa “matura” e tacere, rispondendo con toni calmi (cioè condiscendenti). Per esempio, dopo aver sparato alla mia piccola sbornia di Rachel, ho continuato a lavorare freddamente sul mio portatile come se nulla fosse successo. Rachel mi ha chiamato fuori; L’ho scrollata di dosso. Lei divenne più forte; Sono diventato più tranquillo. Alla fine, mi lanciò qualcosa perché aveva bisogno di una risposta, aveva bisogno di sapere che non era sola nella tempesta emotiva che si agitava nel nostro appartamento. Ho capito il suo punto, ma a un costo terribile. Avevamo finito in tre mesi.

In questo, sono come mia sorella, che è una sopravvissuta sia di una relazione fisicamente violenta che di una scuola medica. Condividendo il mio retroterra irlandese-cattolico repressa e le sue travighe romantiche, ci ha diagnosticato come non reattori di pietra-faccia, ipo-Asperger. Potremmo essere incazzati, feriti o spaventati, ma non lo faremo per te. E se butti un pugno, ti lasceremo. Forse non subito, ma presto.

La risposta iniziale di un ragazzo alla rabbia femminile è spesso confusa. Quasi ogni volta che sono stato soggetto ad un vero adattamento, mi ci sono voluti diversi secondi per rendermi conto che il luppolo, che urlava Rumpelstiltskin prima di me, non stava scherzando. Lei era davvero pazza. I pugni o i calci hanno portato la stessa perplessità a un’angoscia più primitiva che ha condannato l’intera faccenda.

So che mi piacciono le donne infuocate e che posso diventare un bersaglio più allettante di alcuni (anche se ora sono pacificamente sposato). Mi piacerebbe essere in grado di reagire nei momenti di conflitto, per mostrare emozioni intime agli intimi. Ma dopo che Ann mi ha colpito, una parte di me sapeva che non l’avrei mai fatto con lei. E questa ragazza era bellissima, esilarante, creativa, sexy – la mia versione di Miss Right. Potremmo aver risolto tutto e siamo stati felici. Invece, siamo stati fatti entro un anno dal primo pugno.

Alla fine, la miglior ragione per non colpire il tuo ragazzo è anche la più potente: non devi. Puoi farci del male in modo peggiore con uno sguardo fulminante e alcune parole scelte. O bandendoci sul divano, dove a volte apparteniamo.